« Torna indietro

luce

Albignasego, riqualificazione su 300 lampioni stradali


13.7.2021 – Ad Albignasego sono al via gli interventi di riqualificazione su quasi 300 lampioni stradali, che andranno sostituiti con impianti a nuova tecnologia led, meno inquinante, più efficiente e maggiormente economica. Grazie a un nuovo appalto, negli ultimi cinque anni il Comune ha potuto rinnovare buona parte dei lampioni della pubblica illuminazione e dei semafori.

Al momento dell’avvio del servizio di gestione dell’appalto Consip per la pubblica illuminazione comunale, nel 2016, il parco impianti era costituito da 5.139 punti luce, composto prevalentemente da lampade a vapori di mercurio (luce bianca) e da lampade a vapori di sodio (luce gialla). La tecnologia a led era praticamente inesistente, in quanto presente solo in poche decine di lampioni.

Il parco impiantistico attuale al momento è composto di 5.610 punti luce quindi, dal 2016 ad oggi, vi è stato un incremento del 9%. In questi cinque anni la ditta ha sostituito già le lampade in 11 semafori e in 2.900 lampioni stradali (pari al 52% del totale dei lampioni presenti) inserendo lampade a led, che consentono un notevole risparmio energetico: questo è stato quantificato in 1.432.326 kWh in meno di energia consumata, equivalenti a un risparmio del 55% rispetto a quanto avveniva prima del 2016 e al minor consumo di 268 Tonnellate Equivalenti di Petrolio (Tep). Se si considera che un Tep corrisponde al consumo annuale di energia elettrica in una famiglia media, si comprende la considerevole dimensione del risparmio energetico ottenuto con gli interventi di riqualificazione eseguiti.

La nuova tecnologia a led è stata utilizzata anche nei passaggi pedonali di via Roma e di via Risorgimento, in maniera da rendere più visibile alle auto, e quindi maggiormente sicuro, l’attraversamento dei pedoni. Il rinnovo dei 271 punti luce, oggetto dell’intervento di riqualificazione che andrà realizzato entro il mese di settembre, comporterà un ulteriore risparmio energetico annuo, che arriverà al 65%, pari a 60.000 kWh in meno rispetto a quanto consumano le lampade attualmente installate. Entro il 2022 si proseguirà poi con i rimanenti lampioni ancora da ammodernare.

«Un intervento importante» commenta il sindaco Filippo Giacinti, «che consentirà un maggior rendimento degli impianti a fronte di vantaggi economici e anche ecologici, con una riduzione delle bollette e delle emissioni in atmosfera. Le scelte di questa amministrazione sono orientate sempre più a una politica diretta alla sostenibilità ambientale, anche attraverso interventi di questo tipo».

x