« Torna indietro

Raccolta firme lista irregolari: arrestato sindaco in Calabria

Il sindaco di un Comune calabrese è stato arrestato questa mattina dai finanzieri della Compagnia di Sibari in esecuzione di un’ordinanza del gip nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla Procura di Castrovillari nella quale sono indagate 18 persone.

Si tratta di Francesco Mundo, sindaco di Trebisacce, accusato di irregolarità nella raccolta delle firme per la presentazione della lista ‘Io resto in Calabria’, nella quale era candidato al Consiglio regionale in occasione delle elezioni del 2020.

Gli indagati – raggiunti da avviso di garanzia – sono accusati, a vario titolo, di peculato, concussione, truffa, falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico e formazione e/o uso di schede e atti falsi. Mundo si sarebbe adoperato per reperire un maggior numero possibile di firme, raccogliendo, senza la presenza del pubblico ufficiale autenticante, oltre 200 sottoscrizioni di elettori (alcuni inconsapevoli) e impiegando solo in un secondo momento un dipendente dell’Ufficio elettorale per una fittizia autenticazione.

x