« Torna indietro

Albignasego, un milione di euro per sostenere nella ripartenza famiglie e imprese in difficoltà

14.7.2021 – Quasi un milione di euro sono stati stanziati dal Comune di Albignasego per fronteggiare i disagi direttamente connessi alla pandemia e per favorire la ripresa. «Se anche l’emergenza non può dirsi conclusa, vogliamo pensare con positività alla ripartenza» dichiara il sindaco Filippo Giacinti, «per la quale abbiano stanziato un altro milione di euro (oltre a quello già speso nel corso della pandemia), destinato a sostenere famiglie e imprese in difficoltà, la socialità di bambini e ragazzi, ai quali sono stati dedicati Centri estivi, sport nei parchi e lavori di pubblica utilità nelle strutture comunali. Anche la cultura è ripartita, con l’organizzazione di oltre sessanta spettacoli estivi».

Un fondo di 200 mila euro è stato utilizzato per ridurre direttamente la tariffa a tutte le famiglie residenti che hanno iscritto i propri figli ai Centri estivi (fino a un massimo di 40 euro a settimana) organizzati da associazioni culturali e sportive del territorio oltre ai campi scuola e ai Grest parrocchiali. Il contributo è stato destinato anche alle famiglie di Albignasego che hanno iscritto i propri figli a Centri estivi con sede al di fuori del territorio comunale. 

«Si tratta di un’iniziativa particolarmente apprezzata dalle famiglie» prosegue il sindaco Giacinti, «proprio perché a prezzi contenuti si è data l’opportunità ai nostri bambini e ragazzi di tornare a fare aggregazione in sicurezza». Sempre per i giovani sono stati investiti 45 mila euro destinati al progetto “Ci sto? Affare fatica!”, un’alternativa ai centri estivi per gli adolescenti liberi dagli impegni scolastici, cui hanno aderito oltre 200 ragazzi, e 20 mila euro per un nuovo servizio di supporto psicologico dedicati ai minori, che sarà attivato in autunno, oltre a 140 mila euro per ammodernare e potenziare le reti telematiche nelle scuole.«La ripartenza significa anche tornare ad incontrarsi e a praticare sport insieme» conclude il sindaco Giacinti «pertanto abbiamo scelto di investire 25 mila euro per il supporto anti-Covid alle manifestazioni e 50 mila euro a sostegno dello sport per realizzare l’iniziativa “Sportivando nei parchi”, in sinergia con 21 associazioni del territorio, e per il nuovo bando a sostegno delle associazioni». 

Per aiutare invece chi si trova ancora in stato di necessità, il Comune ha stanziato 200 mila euro destinandoli al supporto delle persone in difficoltà per la riduzione delle entrate economiche causata dal Covid, contribuendo al pagamento di affitti e rate dei mutui, spese delle utenze domestiche e sanitarie, acquisto di generi di prima necessità e anche per il pagamento dell’intera retta di frequenza dei figli ai Centri estivi.

Ad Albignasego non rimangono indietro nemmeno le attività produttive, molte delle quali penalizzate dalle restrizioni legate alla pandemia: il Comune ha destinato altri 100 mila euro per erogare dei contributi destinati alle imprese che abbiano subito restrizioni dalle disposizioni normative emanate durante l’emergenza sanitaria e che abbiano comportato per loro una riduzione del fatturato (nel sito internet comunale cliccando su “Contributo straordinario a sostegno delle attività penalizzate per il COVID-19”. Le domande vanno inoltrate entro il 31 luglio). 

E altri 130 mila euro per applicare una riduzione della Tari alle attività economiche, che a causa dell’emergenza sanitaria hanno sospeso o ridotto la loro attività. La riduzione, determinata in proporzione ai periodi di chiusura o limitazione dell’orario di lavoro, va da un minimo del 20 ad un massimo del 50%.

x