« Torna indietro

Altro giallo nella villa di Versace: trovati due cadaveri 24 anni dopo nello stesso giorno dell’omicidio dello stilista

Un nuovo efferato crimine sconvolge la città di Miami.

Casa Casuarina, la villa di Miami Beach dove fu ucciso lo stilista Gianni Versace diventata oggi un hotel boutique di lusso, torna a tingersi di giallo. Nella giornata di ieri, verso le 13:30, gli addetti alle pulizie hanno ritrovato nella struttura due cadaveri e chiamato subito la polizia. Ben poco si sa di loro né sulle cause della morte, ma dalle prima indiscrezioni dovrebbero essere due uomini di età adulta. I due sarebbero stati trovati nella stessa stanza d’albergo, a poca distanza l’uno dall’altro.

La polizia per ora brancola nel buio. Sono stati interrogati tutti i dipendenti della struttura, ma nulla di nuovo è emerso. C’è pero un lugubre e sinistro presagio, cioè che il macabro duplice omicidio possa essere legato a quello di Gianni Versace.

Un mitomane dietro il duplice omicidio?

Gianni Versace fu ucciso il 15 luglio del 1997 proprio mentre stava salendo le scale della sua villa di Ocean Drive a Miami. Non fece però in tempo ad entrare in casa, poiché fu ucciso con un colpo alla testa da Andrew Cunanan, giovane tossicodipendente dedito alla prostituzione.

Si scoprì che il killer nei giorni precedenti aveva ucciso altre 4 persone. Tuttavia Cunanan non fu mai processato, poiché si impiccò pochi giorni dopo su una casa gallegiante di Miami Beach.

Quell’assassinio ebbe grandissimo clamore mediatico, sia perché Versace era uno stilista conosciuto in tutto il mondo sia per l’efferatezza e la brutalità del delitto. Si teme che, a 24 anni di distanza, qualche mitomane abbia voluto in un certo modo ripercorrere le orme sadiche di Cunanan.

x