« Torna indietro

PIOMBINO IN ARTE: DAL 20 AL 24 LUGLIO GLI APPUNTAMENTI

Dopo quattro anni nel borgo medievale di Populonia, il festival estivo dedicato alla poesia e all’arte figurativa si avvicina al mare e ritrova la sua anima portuale. Piombino in Arte, manifestazione giunta alla V edizione grazie alla costanza dell’associazione EstroVersi, è stata tra le poche manifestazioni toscane a non farsi scoraggiare dalla crisi pandemica per non perdere il contatto con le persone. Dal 21 al 24 luglio, in diverse location suggestive, gli organizzatori porteranno in città ospiti altisonanti tra scrittori, artisti e attori di teatro. D’altronde, una comunità per definirsi tale ha bisogno di una piazza in cui confrontarsi attraverso letture e dibattiti. E mai prima d’ora il contatto umano si era percepito indispensabile per fare cultura, per scambiarsi esperienze di vita e prospettive future gli uni con gli altri.  

“Siamo molto soddisfatti di ospitare in città un appuntamento così importante e longevo – dichiara il vicesindaco Giuliano Parodi –: la poesia e l’arte figurativa, così ben amalgamate in questo contenitore, saranno un’aggiunta di valore per l’offerta culturale cittadina”.  

Mercoledì 21, alle 18, nelle sale di Palazzo Appiani sarà la personale del maestro Maurizio Caruso a inaugurare il festival sul Tirreno. La mostra “Segni comunicanti” sarà presentata da Fabio Canessa e dal critico Luca Nannipieri, che hanno entrambi recensito l’opera dell’artista calabrese. La veduta dei bastioni, ma anche l’indole indomita di Napoleone e alcune ombre dantesche saranno i soggetti di Caruso, nell’anno in cui si celebrano sia il bicentenario della scomparsa dell’ultimo imperatore sia il settecentenario di quella del sommo poeta. L’esposizione rimarrà aperta sino al 31 luglio, dalle 10 alle 12 e dalle 18 alle 23. Si entrerà nel vivo della serata alle 21, nel giardino evocativo dell’ex Pro Patria, dove si terrà un vero e proprio “Viaggio nel tempo e nei luoghi di Dante” con Giulio Ferroni, scrittore e accademico di chiara fama, che parlerà de L’Italia di Dante (La nave di Teseo), e con l’attrice Lucia Poli, che inscenerà il recital “Il secolo di Dante”. 

“Comincio ringraziando chi ci ha sostenuto – prosegue Cinzia Demi, direttrice artistica della rassegna – l’Hotel Esperia di Piombino, il Relais B&B Felciaino di Bolgheri e lo Studio grafico M di Marco Formaioni, collaboratori insostituibili. Concepire momenti pubblici di lettura ad alta voce che diano la possibilità a poeti italiani di far conoscere la loro opera, e al territorio di venire a contatto con la realtà poetica contemporanea, incrementandone la frequentazione negli spazi spesso non ancora raggiunti dal clamore nazionale di certa letteratura, rimane lo scopo principale del Piombino in Arte. A questa dimensione noi dell’associazione EstroVersi aggiungiamo una molteplicità di altre arti, in modo da creare un contenitore più ampio e diversificato, capace di incuriosire anche i più diffidenti in materia letteraria e che, magari, attratti da altro possano infine apprezzare la poesia stessa”. 

Giovedì 22, alle 19, sulla terra mozzafiato dell’Hotel Esperia di fronte all’Isola d’Elba, sarà Cinzia Demi a intrattenere la platea con fatti e personaggi gustosi della Commedia dantesca, prendendo il largo da un suo famoso libro, Incontriamoci all’Inferno (Pendragon). E dopo una cena con l’autrice fuori dagli schemi, alle 21, sempre nell’ex Pro Patria, si leggeranno e commenteranno i versi di Bruno Galluccio, Cristiano Poletti, Marco Vitale, Marco Onofrio, Michele Paoletti, Fabio Canessa e Davide Puccini. A seguire, sarà premiato il vincitore della II edizione del concorso letterario #assaggidipoesia, Axel Sintoni, il più votato dalla giuria popolare. 

“L’associazione culturale Assaggialibri sin dal principio – precisa il presidente Michele Paoletti – si è posta l’obiettivo di promuovere la lettura tramite gruppi di dibattito, presentazioni e ogni tipo di evento legato al mondo dei libri. Dal 2019 è partner di EstroVersi nell’organizzazione del Festival Populonia in Arte. È venuta naturale l’idea di premiare il vincitore del concorso all’interno della manifestazione per evidenziare il legame che intendiamo mantenere con la poesia”.  

Venerdì 23, alle 19, sulla terrazza dell’Esperia, il poeta Davide Puccini racconterà un poeta del secolo scorso, il maremmano Renato Fucini e la sua amicizia con il compositore Giacomo Puccini, al quale dedicò persino una poesia per la prima della Madama Butterfly, nel 1904. Alle 21, il palco dell’ex Pro Patria sarà tutto per Laura Corraducci e per le pagine dense de Il passo dell’obbedienza (Moretti&Vitali). Di seguito, Gianni Criveller e Davide Puccini rievocheranno la sensibilità e l’acume di Antonia Pozzi attraverso le sue opere. Ad alleggerire l’atmosfera toccherà poi agli attori Alessandra Merico ed Enzo Casertano, famosi sulla costa etrusca, e nel resto d’Italia, per la loro ironia contagiosa, che metteranno in scena uno spettacolo “Super”, di nome e di fatto. Dulcis in fundo, Michele Paoletti consegnerà il premio della giuria di qualità del concorso #assagidiversi al marchigiano Jacopo Curi.  

“D’accordo con il vicesindaco Parodi – conclude Demi – abbiamo deciso di spostare il festival nel centro storico di Piombino che, in quanto a fascino e magia, specie negli scorci sul mare o tra le sue mura antiche, non ha rivali. Valorizzeremo quegli spazi, quelle mura e quegli scorci, provando a coinvolgere sempre più abitanti e turisti, spesso distratti dalla meravigliosa passeggiata in piazza Bovio, ma chi non lo sarebbe? Ebbene noi saremo lì, a pochi passi da quella piazza, affacciati con buoni libri al seguito sull’arcipelago toscano e su quel mare che, specie di notte, brilla di luce argentata”.  

Sabato 24, alle 10, immersi nella tranquillità della chiesetta di San Cerbone, sul Golfo di Baratti, come di consueto a salutare poeti e lettori sarà la santa messa di padre Gianni Criveller e un reading conclusivo degli ospiti del Festival.

x