« Torna indietro

Vittorio Veneto, martedì 20 presenta alla cittadinanza il nuovo Piano di Assetto del Territorio

Il PAT è lo strumento che, dopo l’approvazione della Legge Regionale 11 del 2004, regola l’assetto del territorio, stabilendo obiettivi di sviluppo e condizioni di sostenibilità. Ogni comune deve predisporlo sulla base di previsioni decennali. Si tratta una nuova occasione per lo sviluppo della nostra città ed è aperto al contributo di tutti, nel segno dell’urbanistica partecipata, nuova frontiera della progettazione che riconosce il giusto valore alle proposte che nascono dagli stessi cittadini o dai portatori di interessi locali.

Martedì 20 luglio a Vittorio Veneto verrà presentato il lavoro che l’Amministrazione sta facendo per la redazione di questo nuovo strumento di pianificazione, in modo da fornire a tutti gli interessati le informazioni necessarie per poter partecipare in maniera fattiva e collaborativa alla stesura di quello che sarà il Piano strategico del Comune per il prossimo decennio.

L’incontro, che si terrà al Palafenderl di Via San Gottardo 91, avrà inizio alle ore 20.00 e l’accesso sarà limitato a sole 100 persone a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia da Covid-19. Per questo, chi desiderasse assistere, dovrà necessariamente prenotarsi alla mail pat@comune.vittorio-veneto.tv.it. Tutti gli altri potranno seguire l’evento in diretta sull’emittente «La Tenda TV».

All’incontro parteciperanno il Sindaco, dr. Antonio Miatto, l’architetto Dino De Zan, tecnico incaricato della redazione del piano e l’ingegner Alessandra Curti, Dirigente del Settore Infrastrutture e Gestione del Territorio del Comune di Vittorio Veneto.

Obiettivo della serata è quello di illustrare ai cittadini il significato degli strumenti urbanistici e in particolare del PAT che è la principale risorsa a disposizione del Comune per gestire il proprio territorio. Vittorio Veneto è una realtà molto vasta e l’attuale normativa urbanistica è complessa. Per questo motivo gli incontri promossi dall’Amministrazione saranno più di uno e verranno suddivisi in varie tematiche. Quello di martedì 20 luglio è dunque l’avvio di un dialogo con i cittadini per confrontarsi sulle possibili opportunità che questo strumento offre.

x