« Torna indietro

Catania, i fuochi d’artificio della sconfitta (VIDEO)

A Catania si festeggia così, coi fuochi pirotecnici della sconfitta di una intera città.

A Catania l’illegalità si festeggia. Con sfacciataggine. Con strafottenza. E lo si fa anche in pieno centro, a pochi passi da uno dei principali presidi delle forze dell’ordine, a pochi passi dalla sede centrale della Squadra Mobile della Questura.

La prima parte del video registrato ieri sera documenta l’esasperazione dei cittadini che risiedono in via San Giuliano, nel tratto dove si trova uno degli accessi a piazza Teatro Massimo. Al centro della strada, impedendo anche il passaggio dei mezzi, qualcuno ha posizionato e fatto esplodere una batteria di fuochi d’artificio.

Ci sono degli avventori seduti ai tavoli dei pub poco distanti. I balconi delle abitazioni sono illuminati dalle scie che quasi li sfiorano. Al termine, si nota un uomo raggiungere quel che resta sull’asfalto per, con noncuranza, sospingerlo con un piede alla base di un cassonetto all’esterno di un locale da asporto.

E’ l’ennesimo episodio di quella che è diventata una consuetudine. Già durante la primissima fase dell’emergenza Covid era stato notato il moltiplicarsi di casi simili. Per lo più concentrati nelle zone più popolari del centro storico o delle periferie, così come documentiamo nella seconda parte del video.

Fuochi d’artificio utilizzati per vari scopi: segnali per le piazze dello spaccio, il festeggiamento della fine pena di un detenuto, ricorrenze o mera arroganza, mera esibizione di chissà quale potere o vanteria, infischiandosene di concessioni e regole, nell’assoluta illegalità.

Roba che a Catania si festeggia così, coi fuochi pirotecnici della sconfitta di una intera città.

x