« Torna indietro

Consiglio metropolitano, manovra di assestamento di bilancio che libera nuove risorse

21.7.2021 – Conti al sicuro e nuovi investimenti sulla viabilità provinciale grazie ad un assestamento del bilancio di previsione 2021-2023 che mette a disposizione ben 8,4 milioni di euro nelle casse della Città metropolitana. 

Si è svolta questa mattina in modalità di videoconferenza la seduta del Consiglio metropolitano. Approvate entrambe le proposte di delibera all’ordine del giorno. Particolarmente importante la prima che consente di mettere in sicurezza gli equilibri di bilancio per tutto l’esercizio 2021, utilizzando maggiori risorse per ben 8,4 mln di euro di cui circa 5,1 mln di euro per interventi in materia di viabilità e 3,3 mln di euro per trasferimenti ad aziende del trasporto pubblico locale.

“Il risultato di questo bilancio di previsione rispecchia il cambio di rotta e il nuovo impulso che ha subito la Città metropolitana nella sua gestione non solo economico-finanziaria – spiega il Sindaco Luigi Brugnaro – In questi anni, e soprattutto nell’ultimo periodo, c’è stato un grande impegno di tecnici e dirigenti e sono molto soddisfatto del lavoro svolto ad ogni livello perché una macchina funziona bene se tutti gli ingranaggi girano a dovere. È senza dubbio positivo anche il miglioramento che c’è stato nei rapporti con i Comuni, con la maggior parte dei quali abbiamo tessuto ottime relazioni. La Città metropolitana dimostra di essere un ente molto vivo che lavora fuori da ogni clamore ma che raggiunge i risultati. Noi, come ente, facciamo da coordinamento, ma deve essere il Sindaco del luogo a rappresentare l’istituzione. La Città metropolitana – conclude il Sindaco – si può così concentrare sulla progettazione di un’area più vasta. Grazie, dunque, a tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questi risultati e questo quadro generale”.

Per quanto riguarda il quadro finanziario che esce dall’assestamento di bilancio si utilizzano 3 mln di euro di avanzo vincolato 2020 per garantire un eventuale squilibrio dei contratti di servizio delle aziende di trasporto pubblico locale non coperti da contribuzione statale e 1,6 mln per compartecipazione con i comuni alla riduzione della Tari su attività economiche e utenze domestiche. La manovra si è resa necessaria a causa del minor gettito delle imposte in conseguenza all’emergenza pandemica di circa 4 mln di euro pari a minori introiti relativi a Rc auto per 3,5 mln di euro; calo delle sanzioni del codice della strada 500.000 euro, oltre all’esenzione concessa alle associazioni sportive nel pagamento tariffe per utilizzo extrascolastico delle scuole, stimato in 131 mila euro.

L’assestamento è stato, invece, possibile attraverso le maggiori entrate correnti pari a 784 mila euro, con maggiori risorse da destinare a minori entrate e maggiori spese legate al Covid-19 maggior gettito stimato di IPT (Imposta Provinciale di Trascrizione) per 500 mila euro; 2,192 mln di euro di avanzo vincolato 2020 derivante da fondi statali 2020 dedicati a minori entrate e maggiori spese legate al covid-19 e 523 mila euro di avanzo disponibile.

I soldi che si son resi disponibili dalla dismissione di beni immobili e partecipazioni  con la precedente variazione di bilancio di maggio 2021e grazie alle maggiori entrate statali per finanziamenti in materia di edilizia scolastica andranno, invece, a finanziare nuovi interventi per un importo totale di 1,180 mln di euro di cui alcuni cofinanziati assieme ai comuni come la realizzazione della pista ciclabile sulla S64 nel Comune di Pramaggiore (150.000 euro), alcuni interventi sull’illuminazione pubblica sulla Sp83 nel Comune di Campagna Lupia (100.000 euro), un parcheggio e una nuova fermata per il trasporto pubblico a Musile di Piave (100mila + 50mila euro da Atvo). 

In conclusione di seduta è stata approvata anche la proposta di delibera sulla conferma dell’incarico di affidamento del servizio di tesoreria ad Unicredit Banca.

x