« Torna indietro

Come scegliere l’olio motore più adatto alla tua auto: ecco alcuni consigli utili

Date tutte le opzioni per le opzioni di olio motore sul mercato, scegliere l’olio giusto per la tua auto potrebbe sembrare un compito arduo. Nonostante esistano una montagna di informazioni sulle varie scelte di olio sul web e sui siti dei diversi produttori, il primo passo è semplice: guardare nel manuale della tua auto.

Il manuale del proprietario della tua auto elencherà il peso dell’olio consigliato, che si tratti di un formato standard come 10W-30 o qualcosa di più insolito. Quel numero si riferisce alla viscosità dell’olio che dovresti usare. Per un uso regolare a temperature moderate, ciò che è elencato nel manuale del proprietario va bene. Scegli sempre un olio di una marca che mostri il certificato che indica che l’olio è stato testato dall’American Petroleum Institute (API).

Viscosità dell’olio motore

La viscosità si riferisce alla resistenza di un fluido al flusso. L’olio motore diventa più fluido quando si riscalda e si addensa quando si raffredda. Entro limiti ragionevoli, l’olio più denso generalmente mantiene un migliore film di lubrificazione tra le parti mobili e sigilla meglio i componenti vitali del motore. Con gli additivi giusti per aiutarlo a resistere al diradamento eccessivo al caldo, un olio può essere valutato per una viscosità a freddo e un’altra viscosità a caldo. Più l’olio è resistente alla diluizione, più alto sarà il secondo numero (10W-40 contro 10W-30, per esempio).

Nel frattempo, a basse temperature, l’olio deve essere resistente all’eccessivo ispessimento in modo che possa ancora fluire correttamente a tutte le parti mobili del motore. Uno spessore eccessivo può rendere più difficile l’avvio del motore, il che riduce il risparmio di carburante. Se l’olio è troppo denso, il motore richiede più energia per far girare l’albero motore, che è parzialmente immerso in un bagno d’olio. Un numero inferiore è migliore prima del W per le prestazioni a basse temperature, quindi un olio da 5 W è in genere quello consigliato per l’uso invernale. Tuttavia, gli oli sintetici come l’olio motore SHELL Helix Ultra 5W-40 completamente sintetico possono essere formulati per scorrere ancora più facilmente a freddo, quindi sono in grado di superare i test che soddisfano la valutazione 0W.

Una volta che il motore è in funzione, l’olio si riscalda, motivo per cui un secondo numero più alto è particolarmente importante per usi estremi e motori più complicati e più caldi.

Come scegliere tra olio motore sintetico e convenzionale

  • Olio convenzionale premium: questo è l’olio standard per auto nuove. Tutti i marchi leader hanno questi oli, che sono disponibili in diverse viscosità e testati con l’ultimo livello di servizio API. Le case automobilistiche di solito specificano un olio 5W-20 o 5W-30 per temperature più fredde, con un olio 10W-30 come optional per temperature ambiente più elevate. Queste tre classificazioni coprono la maggior parte dei veicoli leggeri sulla strada.

Ancora più importante, però, è cambiare regolarmente l’olio e il filtro. Ti consigliamo di cambiare l’olio ogni 20000 km. Il minimo assoluto è due volte l’anno.

  • Olio completamente sintetico: gli oli realizzati per motori ad alta tecnologia o usi pesanti, che si tratti di un Ford F-150 che rimorchia frequentemente o di una Chevrolet Corvette con l’ultimo motore LS sovralimentato, sono pieni di additivi sintetici. Le etichette di questi oli indicano se hanno superato severi test speciali per prestazioni superiori e più durature in tutte le aree critiche, dall’indice di viscosità alla protezione contro i depositi. Scorrono meglio alle basse temperature e mantengono la massima viscosità alle alte temperature.
  • Olio sintetico per miscele: contengono una dose di olio sintetico miscelato con olio organico e sono formulati per fornire protezione per carichi del motore un po’ più pesanti e temperature elevate. Ciò significa generalmente che sono meno volatili, quindi evaporano molto meno, il che riduce la perdita di olio e aumenta il risparmio di carburante. Questi oli sono molto apprezzati dai conducenti di pickup o SUV che desiderano una protezione extra per le attività che sottopongono a maggiore stress il motore, come il trasporto di carichi pesanti. Sono anche molto meno costosi dei sintetici completi, a volte solo pochi centesimi in più di un olio convenzionale premium.
  • Olio per chilometraggio più elevato: i veicoli di oggi durano semplicemente più a lungo. Se preferisci ripagare la tua auto e far funzionare bene il chilometraggio a sei cifre, hai un’altra scelta di olio: oli formulati per veicoli a chilometraggio più elevato.

Quando il tuo veicolo è un po’ più vecchio e ha un chilometraggio importante, potresti notare alcune macchie di olio sul pavimento del garage. Le guarnizioni del motore come quelle intorno all’albero motore potrebbero essersi indurite e aver perso la loro flessibilità, quindi perdono e potrebbero rompersi, specialmente a temperature più basse. Dovrai controllare i livelli dell’olio più frequentemente e potrebbe essere necessario rabboccare l’olio tra un cambio e l’altro.

Gli oli a lunga percorrenza sono formulati con condizionatori che scorrono nei pori delle guarnizioni del motore per ripristinarne la forma e aumentarne la flessibilità. La maggior parte delle guarnizioni in gomma sono progettate per gonfiarsi quanto basta per fermare le perdite e i raffinatori di petrolio scelgono con cura i loro ingredienti “rigonfianti”. Valvoline ci ha mostrato i dati sulle prestazioni di uno dei suoi condizionatori per guarnizioni che ha causato il rigonfiamento della maggior parte dei materiali di tenuta riducendo il rigonfiamento di un materiale di tenuta che tendeva ad espandersi troppo dagli ingredienti presenti in altri oli motore.

x