« Torna indietro

Meduse morte e rifiuti: la Plaia di Catania è una discarica (VIDEO)

I turisti che raggiungono il tratto di spiaggia che non appartiene agli stabilimenti balneari si guardano attorno perplessi. Perché la Plaia di Catania è una discarica. Una vergognosa, inaccettabile discarica

I turisti che raggiungono il tratto di spiaggia che non appartiene agli stabilimenti balneari si guardano attorno perplessi, attoniti. Ed incrociandoli durante l’esplorazione proviamo imbarazzo. Perché la Plaia di Catania è una discarica. Una vergognosa, inaccettabile discarica.

Il video documenta le condizioni del litorale sabbioso appena si supera la Spiaggia Libera 1, la prima delle tre ad accesso gratuito data in concessione dal Comune di Catania, quella più vicina al porto.

Sembra essere catapultati in una dimensione distopica. Un passo dopo il confine del tratto gestito da una ditta privata si viene risucchiata dal degrado. Cumuli di spazzatura in mezzo ai quali si notano anche i resti di batterie di fuochi d’artificio fatti esplodere di recente.

La sabbia è disseminata di rifiuti di vario genere. Anche pericolosi per chi vi si avventura, visto che affiorano pure frammenti di bottiglie di vetro. Con un dettaglio inquietante: i frammenti a punta taglienti sembrano messi lì apposta per sorprendere un eventuale malcapitato.

Ma non basta. Come se avessero eletto quella landa desolata a loro cimitero, improvvisamente ci si imbatte in numerose carcasse di meduse. Alcune sparpagliate sul bagnasciuga o poco più all’interno, altre, il numero più consistente, ammucchiato da qualcuno sotto un telo, un po’ come si fa sulla scena di un delitto o di un incidente mortale per coprire pietosamente la vittima..

Più di un chilometro di spiaggia ridotto così, praticamente inutilizzabile dai cittadini, perlomeno da chi ci tiene almeno ai requisiti minimi di dignità. Più di un chilometro di spiaggia abbandonato agli incivili, perché la maggior parte dei rifiuti che vedete non sono stati gettati lì dalle mareggiate: sono il prodotto di chi non possiede alcun codice assimilabile ad una buona educazione.

E della colpevole lontananza delle istituzioni, locali e regionali. Perché la Plaia di Catania è un bene naturalistico preziosissimo mai valorizzato, da sempre mortificato.

x