« Torna indietro

Burioni attacca i no vax: "dal 5 agosto agli arresti domiciliari, come sorci"

Burioni attacca i no vax: “dal 5 agosto agli arresti domiciliari, come sorci”

E’ stato assai chiaro Roberto Burioni, in un post pubblicato su Twitter: “Propongo una colletta per pagare ai no vax gli abbonamenti Netflix, per quando dal 5 agosto saranno agli arresti domiciliari chiusi in casa come dei sorci“. La polemica, dopo simili parole, non poteva mancare. Noi seguiamo gli eventi, ci asteniamo dal commentare.

Commenti alla critica sferzante sui no vax: “Rimaniamo superiori”

Ecco un commento al Tweet: “Io capisco la frustrazione che deriva da attacchi quotidiani volgari, ma rispondere con questi toni, per qualcuno che ha meritoriamente scelto di fare divulgazione, è altamente controproducente e dannoso“. Un altro testo dalla stessa fonte: “Scusi se mi permetto di obiettare. Immagino quel che ha dovuto subire fino ad oggi dai buzzurri no vax per la sua meritoria battaglia a favore dei vaccini, ma non mettiamoci sul loro stesso piano. Rimaniamo superiori. È controproducente per la battaglia stessa”.

Burioni e i no vax: non finisce qui

Burioni rincara la dose: “Così come gli anti green pass boicotteranno i ristoranti dove non possono entrare, io ho deciso di boicottare la squadra maschile italiana di sollevamento pesi alle prossime olimpiadi di Tokyo“. E infine, intervenendo marcatamente in politica: “Chi afferma che le persone sotto i 40 anni non devono vaccinarsi mette in pericolo gli italiani, la loro salute, il loro lavoro, la loro libertà. Salvini, non si intesti questa battaglia senza senso, sarebbe un peccato“. Dopo ciò, il silenzio? Staremo a vedere.

x