« Torna indietro

Vicenda Eco Eridania: “inaccettabili i silenzi dell’ amministrazione”

Esce una notizia sulla stampa, dove si annuncia che il sindaco e alcuni assessori hanno incontrato l’azienda Eco Eridania che sostiene di aver formulato un’offerta per gestire Rimateria.
Per altro niente di trascendentale, c’era da aspettarselo , che un’azienda si proponesse persubentrare a un’altra fallita, chi pensava che il fallimento fosse la soluzione è evidente che aveva sbagliato completamente. Sbalordisce che sulla vicenda, dopo le notizie pervenute dalla stampa e non smentite da nessuno, il sindaco si limiti a un comunicato stringato, dove dichiara di aver chiesto al curatore fallimentare se esiste l’interessamento di aziende private per l’acquisizione di Rimateria. Questo dimostra che non solo si evita di commentare un fatto importante ma si dimostra ancora una volta che la vicenda non è mai stata governata, se non con iniziative populistiche inutili e dannose per la comunità ma soprattutto per l’ambiente.

Il comitato che ieri chiedeva spiegazioni sulla stampa già dopo alcune indiscrezioni di aziende interessate ad acquisire Rimateria, citando proprio Eco Eridania, oggiche tutto è più chiaro, tace, forse frastornato, oppure ancora privo istruzioni. Se il sindaco tace, dell’assessore Carla Bezzini, ricordiamo subentrata alla capaceVeronica Piacentini, che su queste vicende ha sempre tenuto un profilo in ombra, possiamo trovare su facebook soltanto un suo recente commento, caustico quanto generico, anche se non è certo che si riferisca alla vicenda in questione. 
Comunque anche Bezzini, dopo essere stata tirata in ballo sulla stampa rispetto all’incontro con eco Eridania, in quanto anch’essa presente , di fatto, non smentisce e non commenta.Lascia perplessi e delude ulteriormente, che degli amministratori pubblici, chiamati in causa a spiegare ai cittadini se e come stanno governando questo delicato argomento ambientale, si limitino a fare i vaghi rimandando tutto verso la Regione, quando sono evidentemente e naturalmente protagonisti di queste vicende. Monica Bartolini portavoce Ascolta Piombino

x