« Torna indietro

Bovolone (Verona), rimprovero della madre per aver versato il caffè: la accoltella più volte

Bovolone (Verona), rimprovero della madre per aver versato il caffè: la accoltella più volte

Bovolone. Rimprovera il figlio per aver versato il caffè. Questi, che si sente accusato ingiustamente, mercoledì mattina afferra “uno, due, tre coltelli”. La donna perde sangue e muore. Emerge dall’autopsia: il figlio la ha colpita ripetutamente alle spalle e non si è fermato neppure quando la donna si è abbandonata a terra.

Il caffè della discordia: madre agonizza e muore

Alle sette del mattino Maria Spadini, 80 anni, e il figlio Paolo Bissoli, 51 anni, erano in cucina. Quest’ultimo era da anni senza un lavoro e faceva registrare una dipendenza patologica dall’alcol e decine di ricoveri in psichiatria: fino alla scorsa settimana. L’estate scorsa era scattata la denuncia: l’uomo, tutt’altro che mite, maltrattava, percuoteva e insultava la moglie Anna e le loro due figlie di 17 e 18 anni. La scorsa settimana, c’era stato il rinvio a giudizio. La prima udienza per maltrattamenti era stata fissata per il prossimo 19 ottobre: alla notizia Paolo aveva reagito con aggressività. La madre, spaventata, aveva chiamato il 112, facendo intervenire i Carabinieri.

Era seguito un nuovo ricovero in psichiatria: si trattava di «alterazione psico-fisica, dovuta ad abuso di alcol». Il soggetto era stato dimesso di lì a poco e il 17 luglio, chiamando a sua volta il 112, aveva parlato di incompatibilità di carattere rispetto alla madre. Dalle parole ai fatti: segue l’omicidio. L’uomo dalle scarpe intrise di sangue cita i rimproveri come movente del delitto. E’ ben poco per uccidere. L’uomo usa il coltello e va al bar, mentre la madre agonizza.

x