« Torna indietro

Created with GIMP

Lido di Venezia, è tornato il progetto “Turismo sociale – spiagge inclusive”

27.7.2021 – Rendere accessibili a tutti i turisti, compresi quelli con disabilità, spiagge e strutture ricettive del litorale veneto. Con questo obiettivo è nato nel 2017 il progetto regionale “Turismo sociale – spiagge inclusive”, che ritorna quest’anno dopo la sospensione del 2020 a causa dell’emergenza Covid-19. L’iniziativa, coordinata dalle varie aziende sanitarie della regione, tra le quali anche la Ulss 3 Serenissima, prevede una serie di attività ricreative, sportive e culturali organizzate sulle varie spiagge, attraverso le quali favorire un percorso di inclusione sociale.

Uno di questi appuntamenti si è svolto nella mattinata di oggi, 27 luglio, nella zona della spiaggia Blue Moon al Lido di Venezia. I ragazzi presenti sono stati impegnati in due prove dimostrative: una di pet therapy, l’altra di beach tennis. Cinque di loro, inoltre, inizieranno un percorso lavorativo con le strutture balneari di Lido di Venezia e Sottomarina di Chioggia.

Presente all’iniziativa, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, l’assessore alla Coesione sociale Simone Venturini, che ha elogiato il progetto: “Ringrazio l’Ulss che coordina da qualche anno questa bella iniziativa. Siamo partiti con la sistemazione delle pedane nella Zona A e con il lavoro per rendere accessibili le nostre spiagge. Ora stiamo andando avanti favorendo l’inserimento lavorativo e l’inclusione sociale di questi ragazzi”.

“Sono tante le società sportive e non solo – ha proseguito – che da anni sono impegnate sul tema dell’inclusione sociale, e che ci dimostrano come non esistano montagne troppo alte da essere scalate, dando un esempio importante non solo ai disabili ma a tutti noi – ha proseguito Venturini – Le spiagge sono una buona vetrina per organizzare dimostrazioni come quella di oggi e parlare alla gente comune”.

L’assessore si è infine rivolto ai ragazzi presenti: “In questi giorni sono in corso le Olimpiadi. Sappiate che la città vi considera dei campioni. Ve lo abbiamo già dimostrato, avete ricevuto negli scorsi anni anche delle medaglie con Special Olympics. E’ bello ribadirlo anche in questa sede”.

x