« Torna indietro

Omicidio Cerrato, si chiude il cerchio: individuata e arrestata la quarta bestia del branco

Si tratta di Francesco Cirillo, gravemente indiziato del reato di omicidio.

Questa mattina i carabinieri di Torre Annunziata hanno arrestato Francesco Cirillo, gravemente indiziato del reato di omicidio volontario di Maurizio Cerrato, ucciso da un gruppo di altre persone lo scorso 19 aprile per motivi di viabilità.

Le indagini portate avanti in un clima di omertà

I militari sono risaliti all’individuazione dell’arrestato grazie a minuziosi indagini che, lo scorso 7 giugno 2021, avevano portato alla scarcerazione di Venditto Antonio per carenza di gravi indizi di colpevolezza.

In un primo momento Venditto fu riconosciuto dalla figlia di Cerrato come uno degli aggressori ma, successivamente, è stata accertata la sua estraneità ai fatti.

Nonostante il clima di diffusa omertà che hanno caratterizzato le indagini, i militari sono riusciti a risalire all’autore materiale della coltellata che ha determinato la morte del povere Cerrato, cioè Antonio Cirillo, reo confesso.

Addirittura nel mese di aprile partì una petizione per chiedere le dimissioni della Comanda di Polizia Locale.

Le investigazioni hanno poi portato all’arresto di Francesco Cirllo, padre di Antonio Cirillo, che prese parte all’aggressione.

Il “giallo” delle telecamere

Le immagini della videosorveglianza del parcheggio, teatro dell’omicidio, erano state volutamente cancellate dopo l’omicidio. I militari però, grazie ad una consulenza tecnica informatica, sono riusciti a recuperare le immagini ricostruendo l’esatta dinamica dei fatti.

Con l’arresto di oggi si chiude il cerchio dell’omicidio Cerrato. Questo purtroppo non servirà a riportare in vita il custode del Parco Archeologico di Pompei, ma forse riuscirà a regalare un pizzico di serenità alla famiglia Cerrato in attesa che sia fatta definitivamente giustizia.

x