« Torna indietro

Ernesto Liberatore. Foto di Lauro Bassani

UnipolSai Fortitudo Bologna: Parma asfaltata in gara 1

Schiacciante vittoria dell’UnipolSai Fortitudo Bologna al “Nino Cavalli” contro il Parma (18 a 1). Stasera, sabato 31 luglio 2021, gara 2 al Falchi.

Schiacciante vittoria dell’UnipolSai Fortitudo Bologna al “Nino Cavalli” contro il Parma, gara 1 termina 18 a 1. Stasera, sabato 31 luglio 2021, gara 2 al Falchi alle 20.30.

Con una vittoria schiacciante al nuovo Europeo “Nino Cavalli” di Parma (18 a 1 il risultato, con gara interrotta al settimo inning per manifesta inferiorità), la UnipolSai Fortitudo Bologna pone una solida ipoteca sul primato del girone A della Poule Scudetto, che vale la conquista della finale del massimo campionato italiano di baseball.

Stasera al Falchi, basta vincere gara 2 per centrare subito l’obiettivo, a quattro partite dal termine del percorso della seconda fase del rinnovato campionato di serie A 2021, quattro gare che si giocheranno tutte contro il Cagliari, con due “double header”, da disputarsi martedì 3 e sabato 7 agosto 2021. 

La partita fra i campioni d’Italia in carica e i neo campioni d’Europa, il derby tutto emiliano fra la città turrita, che ha appena ottenuto la nomina dei suoi portici come patrimonio universale UNESCO, e i padroni di casa della capitale ducale, si è praticamente decisa nelle prime fasi, quando i biancoblu, ancora con il “dente avvelenato” per l’amara semifinale europea di due settimane fa, sono letteralmente “scappati” grazie a un big inning in apertura da 7 punti, sfruttando le evidenti difficoltà di controllo del lanciatore partente del Parmaclima, Mattia Aldegheri, nonché del primo rilievo schierato da manager Guido Poma, Edoardo Acerbi, proseguendo la “mattanza” nelle riprese successive, trovandosi a metà del terzo inning con l’eloquente vantaggio di 15 a 0, suggellato da un potentissimo fuoricampo a sinistra da 3 punti di Ernesto Liberatore, tornato ad occupare il ruolo di catcher titolare, dopo i problemi fisici del weekend precedente, mentre al secondo inning era stato Osman Marval a battere un lungo fuoricampo da 2 punti a destra.

Tutt’altra serata, rispetto ai pitcher parmigiani, ha vissuto Claudio Scotti, lanciatore partente dell’UnipolSai, che ha mostrato piena padronanza della collinetta, controllando agevolmente i battitori avversari e ottenendo un successo personale, condito da 8 eliminazioni al piatto su 5 inning lanciati, nei quali ha concesso 4 valide, 2 basi ball e un punto, quello “della bandiera”, battuto a casa da Gonzales al terzo inning. Una tranquilla ripresa a testa per Crepaldi e Bassani a completare il lavoro per quanto riguarda il monte di lancio. La gara naturalmente si è un po’ spenta in attacco dopo le prime tre riprese scoppiettanti, ma la Effe ha trovato il modo di mettere a referto altre tre segnature, due delle quali grazie a una valida al sesto inning di Julian Dreni (3 su 3 con 2 doppi e 3 RBI), rientrato nel ruolo di interbase, che ha messo il suggello all’incontro che ha visto i biancoblu totalizzare 13 valide, contro le 5 dei ducali.

x