« Torna indietro

Blitz sulle spiagge occupate abusivamente, scattano sequestri e denunce

Dopo la stretta sulla movida gallipolina, i locali e gli affitti abusivi, arriva anche un deciso blitz sulle spiagge occupate abusivamente ed una stretta sul fenomeno dei lettini e degli ombrelloni abusivi che occupano suolo non proprio. Sono finiti sotto la lente di ingrandimento le spiagge tra Gallipoli e Santa Maria di Leuca, grazie al lavoro senza sosta della Guardia Costiera di Gallipoli che ha restituito al pubblico uso 5 aree demaniali, tra cui 4 i spiaggia e una in mare occupate senza alcun titolo di concessione, alle prime ore del mattino, partendo da località Baia Verde, in cui è stata accertata l’occupazione abusiva di una spiaggia adiacente ad un chiosco, autorizzato al noleggio di attrezzature balneari. Nel blitz sulle spiagge occupate si è scoperto che il noleggiatore aveva occupato in maniera abusiva circa 200 mq di spiaggia libera per depositare 100 ombrelloni e 200 lettini.

Blitz sulle spiagge occupate, le altre operazioni

Sempre all’interno del blitz sulle spiagge occupate, inoltre, analoga attività di sequestro è stata effettuata dal personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Santa Maria di Leuca, in località Pescoluse e in località Posto Vecchio del Comune di Salve, dove tre noleggiatori di attrezzature balneari si erano “impossessati” di una parte di circa 200 metri quadrati di spiaggia libera, collocando ombrelloni e lettini. Anche in questo caso l’area è stata liberata. Sempre a Gallipoli, il personale della Capitaneria di porto ha accertato l’occupazione abusiva, da parte di un concessionario, di uno specchio d’acqua di 5.000 metri quadrati, sottratto all’uso pubblico mediante l’ampliamento di un corridoio di lancio di 15.000 metri quadrati. Anche in questo caso il concessionario è stato deferito all’Autorità Giudiziaria che ha disposto il ripristino del corridoio di lancio nelle dimensioni autorizzate.

x