« Torna indietro

Parma KO in Coppa Italia. Maresca: “Continuare a lavorare, senza abbattersi”

Dopo la sconfitta per 3-1 al Tardini ad opera del Lecce che ha eliminato il Parma dalla Coppa Italia, l’allenatore gialloblù Enzo Maresca ha analizzato la partita nel post match: “Questa è la prova che c’è ancora tanto lavoro da fare, anche dal punto di vista mentale: ai primi errori la squadra ne ha risentito. Il percorso è nato un mese, c’è del lavoro da fare, sia dal punto di vista generale che mentale. Quando abbiamo fatto le cose che dovevamo fare abbiamo trovato le soluzioni, anche a inizio secondo tempo. Le difficoltà le abbiamo avute quando abbiamo incontrato le prime avversità, è un discorso che ci portiamo dietro dall’anno scorso; a differenza della gara con l’Inter, quando avevo detto che mi era piaciuto il coraggio con il quale abbiamo provato le cose

“Tra 5 giorni iniziamo il campionato, poco a poco arriveremo dove vogliamo. Siamo ad un mese dalla partenza e ci sta una situazione del genere. Bisogna essere focalizzati nel fare quel che stiamo provando dall’inizio ed essere bravi, nel momento in cui non riesci, a continuare a fare quel che vogliamo, senza abbatterci. Per me Brunetta e Vazquez possono coesistere, dandoci tanto tra le linee. La maggior parte dei pericoli creati dal Lecce sono arrivati su palla persa facilmente da noi, non c’è stata una pressione. Quando provi a giocare e sbagli anche le cose semplici poi ti prendono in campo aperto e non deve succedere. Se gli altri sono bravi a recuperarla è un conto, ma non commettendo così tanti errori come stasera”

“Tutino e Inglese possono darci tantissimo. Gennaro è arrivato da poco, è entrato per prendere le sensazioni della gara e per poi averlo piano piano, lui e Roberto vogliamo portarli al loro livello. Il percorso è appena iniziato, andremo a Frosinone con la stessa idea che abbiamo dall’inizio. Il carattere si può allenare? Dopo un’annata come la scorsa non è che ci può essere immediatamente un cambiamento magico, ci arriveremo iniziando a vincere delle gare, questo aiuta”

Stefano Ravaglia

x