« Torna indietro

Rara ameba mangia-cervello nell'acqua: bimbo muore dopo aver nuotato

Naegleria fowleri

Rara ameba mangia-cervello nell’acqua: bimbo muore dopo aver nuotato

Questa è la storia di un bambino di 7 anni. David Pruitt ha perso la vita a causa di un’ameba: incontrata casualmente, in un momento di svago. E’ stato contagiato dal raro parassita dopo aver nuotato in un lago californiano. E’ accaduto alla fine del mese scorso. La diagnosi è meningoencefalite amebica primaria, nota come Pam. Come riporta Il Messaggero, il piccolo era stato stato ricoverato in ospedale, nella contea di Tehama.

La Naegleria fowleri, questo il nome del terribile parassita, può essere letale in un caso: quando l’acqua contaminata entra nel corpo attraverso il naso. Non ha avuto fortuna il bambino, che si è imbattuto in questo essere vivente che può provocare la morte e vive in fiumi, laghi e piscine: lo si trova nell’acqua dolce, in tutto il mondo. Secondo il Cdc (Centers for Disease Control and Prevention, ndr), inizialmente si riscontrano forti mal di testa, nausea e vomito. Non mancano allucinazioni e convulsioni.

Un altro bimbo è morto un anno prima. Aveva 6 anni Josiah McIntyre, che nel settembre 2020 aveva contratto un’ameba dello stesso ceppo, presso il lago Jackson. Negli Usa, dal 2010 al 2019, sono state segnalate 34 infezioni simili, in tutto.

x