« Torna indietro

LETTERA APERTA ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PIOMBINO

La vicenda afghana è frutto di scelte sbagliate e controproducenti anche dei governi italiani, dopo l’atroce attentato alle Torri gemelle di venti anni fa; la cosiddetta esportazione della democrazia in armi sembra avere paradossalmente rafforzato i talebani. E’ in corso dall’Afghanistan la fuga di molte persone disperate che chiedono asilo. Nel nome di Gino Strada, strenuo oppositore di tutte le guerre, la Rete solidale e antirazzista sta preparando un’iniziativa pubblica su questi temi, insieme a tutti i soggetti interessati.

L’ANCI (Associazione nazionale comuni italiani) ha espresso disponibilità e avanzato proposte. Ci risulta che la Regione Toscana stia lavorando all’ampliamento della rete di accoglienza SAI (ex Sprar, https://www.retesai.it/ ), chiedendo ai comuni di dare disponibilità, sia che siano già aderenti alla rete SAI; sia che ancora non lo siano, giacché anche per questi sono previste modalità di partecipazione in rete con altri enti ed eventuali finanziamenti. La Rete domanda dunque all’Amministrazione Comunale di Piombino se e quali proposte intenda avanzare e praticare, nel quadro di una positiva accoglienza diffusa dei profughi, anche in occasione della riunione proprio con i comuni, che ci risulta convocata in Prefettura a Livorno per il 31 agosto. Rete solidale e antirazzista

x