« Torna indietro

Appendino: vaccinarsi per restare in zona bianca

La sindaca di Torino, Chiara Appendino ha affidato alla sua pagina Facebook il suo appello alla vaccinazione, per garantire una ripresa in sicurezza di scuole, imprese, attività commerciali…

Spiega la prima cittadina, che già in precedenza si era schierata in favore del green pass: “Inutile dirlo, al di là di ogni polemica, l’andamento della campagna vaccinale è di vitale importanza per restare il più possibile in zona bianca e per evitare nuove limitazioni“.

La parte più difficile della campagna vaccinale – prosegue la sindaca uscente -, deve ancora venire, perché se fino ad oggi si è “gestita” la coda delle persone che volevano vaccinarsi, adesso bisogna affrontare il tema per chi, per diversi motivi, non l’ha ancora fatto”.

Appendino: “contribuire a diffondere corretta informazione”

“Ciò che mi è parso di scorgere fra le persone con cui ho parlato e che non si sono ancora vaccinate, non è un rifiuto netto, ma un più generico senso di incertezza, di insicurezza”, spiega la sindaca Chiara Appendino, che ha poi lanciato un appello ad informarsi. “Ciò che io ho fatto e credo sia più corretto fare, per quanto possibile, da parte di tutti noi, è contribuire a diffondere corretta informazione. Magari consigliando a chi è indeciso di parlare ancora una volta col proprio medico, con i propri amici e parenti che l’hanno fatto, di attingere informazioni da fonti scientifiche e autorevoli e di non abbandonare assolutamente l’idea di vaccinarsi e quindi di proteggere se stessi e i propri cari“.

La sindaca di Torino, Chiara Appendino

E poi l’appello per una ripartenza in sicurezza a Torino e non solo. Spiega Appendino: “Molti oggi tornano in città, le scuole stanno per riaprire, l’autunno è alle porte e porterà con se tantissimi eventi ed iniziative a Torino come il Salone del Libro, Artissima, Turin Coffee, gli europei di Baseball, le finali di Nations League di calcio, la Coppa Davis e le Atp Finals che fanno già segnare il tutto esaurito negli alberghi. Questa volta, però, il destino della nostra città, della nostra Regione e del nostro Paese, dipenderà soprattutto da noi. Buona ripartenza, Torino!“.

Leggi anche: INCIDENTE A CORTEMILIA (CN): MORTO MOTOCILISTA DI TROFARELLO (TO)

x