« Torna indietro

Caorle prima spiaggia del Veneto e ottava meta più cliccata su google in italia.

2.9.2021 – I risultati sono emersi mediante lo strumento Destination Insights del noto motore di ricerca statunitense.

Lo IAT di Caorle registra nel mese di luglio un aumento del 40% di richieste da parte di italiani

Caorle, 1 settembre 2021

Se l’Italia è il paese più cliccato da chi va in vacanza nello scenario europeo e Roma, Venezia Napoli, Firenze le città d’arte e cultura più ricercate come meta turistica del nostro paese, nella classifica stilata da Google Caorle segue, tra i lidi italiani, solo Riccione e Rimini. E si classifica prima spiaggia del Veneto oltre che all’ottavo posto assoluto tra le dieci mete più desiderate e cliccate dagli utenti sul noto motore di ricerca statunitense.

Nella stessa classifica Caorle precede infatti i vicini lidi di Jesolo e Lignano Sabbiadoro, comunque presenti al nono e decimo posto.

Il luglio 2021 ha fatto registrare a Caorle 1.192.311 presenze, un dato significativo e molto vicino a quello registrato nell’anno d’oro pre-covid, il 2019, con 1.320.824 presenze.

“Siamo davvero orgogliosi di questo risultato – commenta  Alessandra Zusso, Assessore al Turismo e alla Cultura – è certamente un riconoscimento che premia le tante fatiche profuse dall’amministrazione nel lavorare sul turismo fianco a fianco con gli operatori. E il nostro ringraziamento va prima di tutto a Caorle. Del resto la notizia non ci coglie di sorpresa perché lungo tutto l’arco dell’anno abbiamo ricevuto numerose conferme. In questi cinque anni di amministrazione Striuli si è lavorato sodo e, evidentemente, nella giusta direzione, dato che il flusso di presenze a Caorle è aumentato di mezzo milione di visitatori. Siamo riconosciuti come meta gourmet dell’Alto Adriatico; siamo inseriti tra i borghi marinari più belli d’Italia; abbiamo ospitato CaorleWonderland, il miglior evento social del 2019; abbiamo investito sulla cultura, prima celebrando i settecento anni dalla morte di Dante, con la presentazione del libro di Aldo Cazzullo e la voce di Piero Pelù; poi celebrando i quattrocentocinquant’anni anni dalla nascita di Caravaggio assieme a Vittorio Sgarbi e, a fine agosto, ospitando  in Duomo il concerto del maestro Alessandro Taverna, che tutto il mondo ci invidia. Gli investimenti fatti sulla comunicazione in Italia e all’estero, sulla carta stampata e sul web, gli aggiornamenti continui sul sito, leggibile oggi in sei lingue, sono tutti elementi che hanno contribuito a raggiungere questi risultati e a rafforzare la fiducia per continuare a migliorarci costantemente”.

Le spiagge e i dintorni di Caorle, dove c’è la possibilità di percorrere itinerari a piedi e in bicicletta nell’entroterra lagunare, attirano turisti appassionati ad un approccio slow dall’estero e dall’Italia. L’offerta di turismo all’aria aperta è stata premiante, con il dato registrato dall’app Caorle Slow Hike – Bike che tra luglio e agosto, ha ottenuto più di 4500 download dagli utenti e visitatori. Anche l’implementazione del sito ufficiale con le traduzioni nelle tre nuove lingue ha contribuito a richiamare attenzione dall’estero.

Lo IAT di Caorle riporta dati molto confortanti dai contatti registrati allo sportello, via telefono, via mail e via Facebook. Sono 11.996 i contatti totali ricevuti in luglio contro gli 11.009 ricevuti nel luglio 2019 da turisti di varie nazionalità – nell’ordine Austria e Germania, Inghilterra, Francia, Cecoslovacchia e altre nazionalità – e italiani, dove l’impennata significativa, che fa registrare la lievitazione numerica, la provocano proprio questi ultimi, con un totale di 6638 contatti contro i 4809 del luglio 2019 e un aumento percentuale di quasi il 40%. Da sottolineare di conseguenza laumento di richieste arrivate al telefono, aumentate del 30% dal luglio 2019 al luglio 2021 e laumento esponenziale del 180% delle richieste di informazione tramite Facebook, sempre tra luglio 2019 e luglio 2021.

x