« Torna indietro

Chi è Davide Marfella, il campioncino di Pozzuoli che potrebbe esordire in A contro la Juventus

Davide Marfella potrebbe clamorosamente esordire in A a causa dell’infortunio di Meret e le condizioni non perfette di Ospina.

Dalla serie C catapultato alla serie A titolare contro la Juventus? É quello che può succedere a Davide Marfella, terzo portiere del Napoli. L’ipotesi è tutt’altro che campata in aria, poiché Meret si è infortunato e ne avrà almeno per un mese, mentre Ospina atterrerà a Napoli dopo un lungo viaggio transoceanico a meno di 24 ore dal big match con la Juve.

E allora? E allora le possibilità di vedere Marfella titolare contro la Juventus sono davvero concrete, per quello che sarebbe a tutti gli effetti un battesimo di fuoco.

Davide Marfella, il campioncino puteolano

Davide Marfella ha 21 e sin da bambino ha mostrato una grande passione per il calcio. Insieme al gemello Simone, che gioca come terzino, ha trascinato il padre allo stadio a vedere la sua squadra del cuore, il Napoli.

Intanto Davide inizia la carriera di portiere nella Puteolana, dove viene notato e poi ingaggiato dal Napoli nel 2016. Ad appena 18 anni il portierino puteolano “annusa” l’aria magica della serie A, sedendo in panchina con Ancelotti nelle partite contro Lazio e Milan.

Viene mandato a farsi le ossa alla Vis Pesato in serie D, vincendo anche il campionato. Approda poi al Bari, dove vince il suo secondo campionato in serie D. In serie C però è chiuso dal portiere Frattali, ritenuto più esperto per la categoria.

Quest’anno Contini, fino all’anno scorso terzo portiere del Napoli, viene ceduto in prestito al Crotone. Marfella viene quindi chiamato come terzo portiere della squadra partenopea alla corte di Spalletti.

Passione spagnola

Da ragazzino Davide aveva in camera il poster di Iker Casillas, portiere campione d’Europa e del Mondo preso come modello. Il fascino iberico evidentemente rapidsce Marfella, che si innamora calcisticamente di Pepe Reina, portiere del leggendario Napoli di Sarri.

Curiosamente Marfella somiglia molto a Reina: pur non essendo altissimo vanta una notevole esplosione nelle gambe ed è abile nel giocare la palla con i piedi.

L’amicizia con Insigne e Meret

Nel Napoli ha legato molto con Insigne che, da buon napoletano, lo ha subito preso sotto la sua ala protettiva. Poi ha costruito anche una bella amicizia con Meret, del quale è vicino di casa.

I due spesso raggiungono il campo di allenamento di Castelvolturno insieme, rafforzando ulteriormente il proprio legame. Adesso potrebbe essere arrivata la sua occasione. Non ci resta che inviare un grande in bocca al lupo al giovane campioncino puteolano, indipendentemente che esordisca o meno sabato prossimo contro la Juve, augurandogli un futuro radioso e soprattutto tinto d’azzurro.

x