« Torna indietro

Giappone, "Non posso occuparmi di Covid e partito insieme": Yoshihide Suga è pronto alle dimissioni

Giappone, “Non posso occuparmi di Covid e partito insieme”: Yoshihide Suga è pronto alle dimissioni

Ha gestito l’epidemia da Coronavirus e le Olimpiadi di Tokyo, perdendo velocemente punti in termini di consenso: il premier giapponese Yoshihide Suga ha in mano una lettera di dimissioni. Non agirà in modo da essere rieletto alla presidenza del partito liberaldemocratico (Ldp), alla guida della coalizione di governo. Lascia nel cassetto anche i piani per un rimpasto del Consiglio dei ministri che sembrava prossimo. In un anno di mandato ha visto i suoi sostenitori scendere sotto il 30%.

Queste le sue parole: “Non posso occuparmi di Covid e partito insieme.
Voglio concentrarmi sulla risposta al Coronavirus, quindi ho detto alla riunione esecutiva dell’Ldp che ho deciso di non candidarmi nella corsa alla leadership del partito.

C’è bisogno di un’immensa per affrontare sia la risposta al Coronavirus, sia la preparazione per la corsa alla leadership. Ho giudicato che non posso destreggiarmi in entrambe le cose e che dovrei concentrarmi su una delle due“.

Yoshihide Suga era subentrato a Shinzo Abe nel settembre 2020, dopo le sue dimissioni. In Giappone, è un momento difficile: si lotta con un’ondata di infezioni senza precedenti in loco, a pochi mesi dalle elezioni. Ora, il Partito liberaldemocratico deve individuare un nuovo leader, abile al punto da diventare primo ministro. Abe aveva avuto un mandato di otto anni. Prima c’erano stati sei primi ministri, in altrettanti anni.

Yoshihide Suga si dimette: entusiasmo in Borsa

Dopo l’annuncio di Yoshihide Suga, la Borsa di Tokyo ha avuto un balzo. I futures del Nikkei hanno avuto un incremento del 2%, mentre il più ampio indice Topix ha raggiunto i livelli più alti dal 1991: si spera in un massiccio piano di stimoli all’economia (foto Wikimedia Commons).

x