« Torna indietro

Operai Reset contestano amministratore unico Rap, dichiarazioni dei consiglieri Randazzo e Giaconia

“Nel condannare fermamente quanto è avvenuto ieri in piazzetta Cairoli, esprimo la massima solidarietà al presidente della Rap, Girolamo Caruso. A lui rivolgo l’invito a proseguire il coraggioso lavoro di riorganizzazione dell’Azienda che passa dagli iter avviati per l’assunzione di nuovo personale necessario a migliorare il servizio digestione rifiuti attualmente carente”.

“Nel condannare fermamente quanto è avvenuto ieri in piazzetta Cairoli, esprimo la massima solidarietà al presidente della Rap, Girolamo Caruso. A lui rivolgo l’invito a proseguire il coraggioso lavoro di riorganizzazione dell’Azienda che passa dagli iter avviati per l’assunzione di nuovo personale necessario a migliorare il servizio digestione rifiuti attualmente carente”.
Lo dichiara il consigliere comunale M5S Antonino Randazzo.

Queste, invece, le dichiarazioni rilasciate da Massimo Giaconia, consigliere comunale del gruppo “Avanti Insieme”.

“Sono veramente dispiaciuto per come sono andate le cose ieri in piazzetta Cairoli, tra il gruppo dei dipendenti Reset, che da ben due anni attendono una risposta per la definizione del loro passaggio inRap attraverso la mobilità interaziendale, e l’amministratore unico Ing. Caruso.
Le reazioni scomposte, seppur verbali, sono in ogni caso da evitare, ma queste persone non sono dei violenti e ne tantomeno dei delinquenti, e su questo nessuno può dire il contrario.


Lo sappiamo tutti che queste persone da due anni presidiano la sede della Rap in attesa di una risposta chiara e definitiva che, purtroppo, non è mai arrivata e nonostante ciò il loro comportamento è sempre stato pacato e civile.
La loro, ripeto senza voler giustificare nessun tipo di reazione scomposta, credo sia rabbia, delusione, frustrazione, frutto di una estenuante e infruttuosa attesa che oramai dura da due anni, fatta solo di promesse e buoni propositi.Credo che oramai si sentono presi in giro.
Se non vengono seguiti dai fatti , le parole non contano, non servono,non valgono nulla, per questo invito ancora una volta l’Amministrazione Comunale, nelle persone del sindaco e dell’assessoreMarino e l’amministratore unico della Rap Caruso, a chiudere definitivamente questa vicenda. Se il Comune e la stessa Rap, ritengono che la mobilità interaziendale non è più percorribile che lo dicano subito, e chiaro, queste persone meritano di sapere la verità. Basta attese inutili e snervanti”.

x