« Torna indietro

volturno

Cresce lo sportello Ecobonus: al via la consulenza alle aziende per i piani di mobilità sostenibile casa-lavoro

Consulenza alle aziende, anche sotto i 100 dipendenti, per l’elaborazione dei piani per la mobilità sostenibile casa-lavoro dei dipendenti. E’ il nuovo servizio che dal 15 settembre andrà ad arricchire l’offerta dello sportello Ecobonus per contribuire a orientare gli spostamenti casa-lavoro verso forme di mobilità sostenibile alternative al mezzo privato a motore, in ossequio anche alle più recenti normative in materia. Lo sportello, dopo i dati record dei primi otto mesi di attività, torna a informare cittadini e aziende sull’ampia gamma di ecoincentivi attualmente disponibili.

Il progetto è promosso dal Comune di Firenze-Assessorato all’Ambiente, in collaborazione con Legambiente Firenze, per facilitare l’accesso alle informazioni sugli incentivi statali e locali destinati alla riqualificazione energetica degli edifici, agli interventi finalizzati al risparmio energetico e alla riduzione delle emissioni inquinanti.

“Dopo i dati record dei primi otto mesi di attività con oltre 700 consulenze fornite – ha detto l’assessore all’Ambiente Cecilia Del Re – abbiamo voluto non solo rilanciare il servizio che da mercoledì 15 settembre torna infatti a disposizione dei cittadini, ma anche ampliare l’offerta informativa. Sarà infatti possibile per le aziende interessate a elaborare piani per la mobilità sostenibile casa-lavoro, con relativi incentivi, rivolgersi allo Sportello per ricevere una consulenza, con il supporto anche degli uffici comunali per la mobilità. Gli operatori potranno inoltre indirizzare i cittadini anche sulle nuove opportunità per accedere al bonus 110%, con interventi di pannelli fotovoltaici e cappotti termici resi possibili dalle recenti modifiche al regolamento edilizio comunale, che aumenteranno ancor più il numero delle pratiche edilizie che già hanno raggiunto numeri record in quest’anno”. 

Grazie a queste modifiche, che saranno all’ordine del giorno del Consiglio comunale di lunedì 13, infatti, per i residenti nelle aree della città di più recente costruzione (da Novoli a Campo di Marte all’Isolotto), sarà più facile accedere al bonus 110% con interventi di pannelli fotovoltaici e cappotti termici. In particolare, i cappotti termici potranno essere realizzati secondo i comuni criteri di decoro, ma non dovranno più rispettare le particolari limitazioni, che rimarranno per i soli immobili del tessuto storico (zona A), o di particolare valore. Per quanto riguarda i pannelli solari, termici e fotovoltaici, questi potranno essere realizzati senza alterare le caratteristiche della copertura, ma non dovranno più rispettare le limitazioni specifiche di superficie e distanze, che resteranno per il solo edificato storico (zona A).

x