« Torna indietro

Oltre 10 mila diari distribuiti agli alunni delle scuole primarie di 15 comuni trevigiani

L’iniziativa accompagna i più piccoli in un viaggio alla scoperta del territorio veneto e della marca, con un occhio alle buone pratiche di sostenibilità

13.9.2021 – Il diario è già stato distribuito nelle scuole primarie di 15 comuni di Treviso e provincia che hanno deciso di aderire al progetto, presentato oggi nella sede municipale di Cà Sugana.

Il titolo è “Il mio diario – Un pieno di energia”: di fatto, un augurio a tutti gli alunni, affinché l’anno scolastico 2021-2022 possa partire carico di entusiasmo e di ottimismo. L’iniziativa è stata promossa da Alto Trevigiano Servizi, Ascotrade-Gruppo Hera, dal Consorzio del Bosco del Montello e dal Parco Naturale Regionale del Fiume Sile, con il patrocinio di Regione Veneto, Ufficio scolastico regionale e del Comune di Treviso. Le pagine contengono suggerimenti sulle bellezze del territorio trevigiano e veneto da visitare, ma anche utili consigli su come bere e mangiare sano, accorgimenti per il risparmio dell’acqua e dell’energia, il riciclo e la riduzione della CO2. E poifiumi, parchi naturali, monti e città per un territorio da scoprire sia con la fantasia che con una gita fuori porta e, soprattutto, un ambiente da tutelare e valorizzare.

I 10.138 diari distribuiti nelle scorse settimane ai piccoli alunni delle scuole primarie degli istituti che hanno deciso di aderire all’iniziativa, contengono immagini di animali e piante tipiche della nostra Regione, di gondole e briccole, di pillole di storia e tradizioni del territorio. L’edizione presenta un approfondimento sul Montello e uno sul Parco naturale regionale del fiume Sile, con descrizioni riguardanti flora e fauna autoctone. Tutto ciò realizzato con una grafica accattivante e un linguaggio adatto agli alunni del ciclo scolastico di riferimento. Ogni mese è dedicato a un luogo: Padova, Venezia, Rovigo e il Polesine, il Montello, le località della riviera Adriatica, in un orizzonte vasto che va dal Delta del Po ai territori ai confini con il Bellunese, dalla Laguna ai Colli Euganei.

L’iniziativa è stata promossa da enti e aziende che da sempre hanno a cuore i temi etici e ambientali e, soprattutto, l’educazione alle nuove generazioni.

Ad accompagnare i bambini attraverso questo viaggio sulla carta sono tre personaggi: Marco (in riferimento a Marco Polo), Francesco (Francesco Petrarca) e una bambina di nome Elettra mentre le ultime pagine del diario contengono adesivi di animali e personaggi che i bambini possono utilizzare per personalizzare il loro diario. Le pagine illustrano suggerimenti utili su come adottare buone pratiche ecologiche nella vita quotidiana, oltre che giochi e quiz sul ciclo idrico, la raccolta differenziata. Il risparmio energetico e il risparmio di CO2, mappe di località di interesse non solo per i più piccoli, ma anche per le loro famiglie.

«La sostenibilità è un tema di strettissima attualità e che vede il nostro territorio in prima linea – le parole dell’assessore all’Istruzione del Comune di Treviso Silvia Nizzetto– la Città di Treviso, grazie alle buone pratiche poste in essere a livello amministrativo e in sinergia con le aziende del territorio, risulta essere fra le primissime città “green” d’Europa e i contenuti di questo diario confermano come sia alta, da parte di tutti, l’attenzione verso queste tematiche. I bambini chiedono Città più verdi, pulite e sostenibile e con questi diari possiamo dare loro un ulteriore strumento per coltivare e diffondere questa nuova sensibilità».

«Scoprire il territorio, i suoi elementi idrografici e non, gli animali e le piante tipiche, le città, la storia e le tradizioni è il primo passo per sensibilizzare le nuove generazioni alla cura dell’ambiente in cui vivono – spiega l’amministratore delegato di Ats, Pierpaolo FlorianLa consapevolezza dell’importanza del patrimonio che ci circonda, che sia idrico o di altra natura, è la base dell’educazione alla sostenibilità. Per questo il titolo contiene la parola “energia” che è, di fatto, il motore di tutto ciò che ci circonda».

«Il richiamo ai temi dell’energia nel titolo del diario di quest’anno, ben si sposa con la nostra attività – spiega il direttore generale di Ascotrade, Filippo BorasoUn’energia di cui avranno sicuramente bisogno tutti gli alunni per affrontare questo nuovo anno scolastico. Il passaggio dall’utilizzo di fonti non rinnovabili a energie rinnovabili, la cosiddetta transizione energetica, è tra i principali processi di sviluppo avviati nel nostro Paese ed è anche al centro delle attività di Ascotrade e di tutto il Gruppo Hera di cui facciamo parte. Per questo motivo, nel diario abbiamo voluto inserire il gioco a quiz “Una giornata leggera”, con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani sull’uso dell’energia e delle altre risorse naturali e di renderli parte attiva di questo processo che li vedrà protagonisti nel prossimo futuro».

x