« Torna indietro

Si rischia anche soffermandosi per documentare quel che sta accadendo. Perché le immagini, seppur eloquenti, seppur disgustose, non possono trasmettere quel che si sente, si subisce.

LEGGI ANCHE: CASO RIFIUTI: “PUGNO ALLO STOMACO DEI CATANESI ONESTI”

Quel che già ammorba l’aria e diventa irrespirabile, insopportabile avvicinandosi. Catania non è a rischio emergenza sanitaria. E’ già in emergenza sanitaria.

Lo scandalo del blocco dello smaltimento dei rifiuti per l’incapacità della discarica che li accoglieva di riceverne ancora è reso ancor più pesante da quei cittadini che abbandonano nei mucchi ammorbanti anche materiale altamente nocivo così come l’eternit di vasche dismesse e gettate senza alcuna precauzione, così come vi mostriamo.

Le montagne di spazzatura, che contengono di tutto senza alcun criterio lontanamente assimilabile al riciclo, sono attrazione e manna per orde di insetti e topi, ormai sgradita compagnia costante di chi ha la sede della propria attività lavorativa che si affaccia sulle vie invase di immondizia.

LEGGI ANCHE: CASO RIFIUTI: I SINDACI ETNEI SCRIVONO ALL’ASSESSORE BAGLIERI

Topi e insetti che, manco a dirlo, sono vettori di malattie infettive anche gravissime.

Il tutto mentre ancora non c’è cenno di soluzione. Un rimpallarsi di responsabilità. Null’altro.

x