« Torna indietro

Catania, dove il rifiuto più nauseante è chi si ostina a sporcarla

YouTube video

Un video muto.

Volutamente.

Perché si resta senza parole. Non si riescono a trovare, le parole.

La città è ancora una discarica. Gli operatori della Dusty hanno ricominciato a rimuovere alcune delle oscene distese di immondizia. Seppur a larghissime macchie di leopardo, si ricomincia a intuire una parvenza di normalità mentre ancora l’aria è ammorbata dai miasmi, mentre si notano apparenti paradossi: nella stessa via qui i cassonetti sono sgomberi, più in là ancora affogano nella spazzatura.

Eppure, nonostante l’emergenza vissuta, subita, c’è chi ha già insozzato, disprezzato, offeso, dove gli operatori hanno ripulito.

Proprio così. Guardate le immagini. In pieno giorno, infischiandosene degli orari, esclusivamenti serali, in cui dovrebbero essere gettati i rifiuti dai cittadini, c’è chi ha già ricominciato a riempire i cassonetti. Ma c’è chi è riuscito a fare di peggio, profittando subito delle aree coi contenitori per la spazzatura per abbandonare materassi, divani, mobilio, materiale ingombrante di vario genere. Roba che, comunque, non andrebbe buttata via così, poiché assolutamente vietato, e che appare ancor più odiosa, inaccettabile adesso.

C’è tutto, nel gesto di chi fa quel che documentiamo: indecenza, volgarità, strafottenza, maleducazione, assoluta assenza di rispetto per gli operatori, per le famiglie che risiedono nelle zone utilizzate come discarica, per la propria città, quella che per un individuo civilizzato dovrebbe significare “Casa”, sì, con la maiuscola.

Intanto, si dovrebbe ricominciare a, è proprio il caso di dirlo, per due mesi. Il tempo concesso dalla discarica di Lentini per accogliere di nuovo rifiuti. Eppoi?

x