« Torna indietro

DCIM100MEDIADJI_0006.JPG

Cuneo, avanza il cantiere di Parco Parri: laghetto e 536 nuovi alberi (FOTO)

Fervono le attività all’interno del cantiere di Parco Parri, che durante la primavera e l’estate ha visto una grande svolta nella sua realizzazione. Proprio in questi mesi, il Parco sta prendendo forma e ciò che era inizialmente solo un disegno sta diventando realtà.

Molti gli elementi che caratterizzano il progetto e che hanno visto un netto avanzamento, al punto che le forme principali sono ora ben visibili. A partire proprio dal laghetto naturalistico, situato nell’area nord-est del parco, che ha visto il completamento degli scavi e l’arrivo nel bacino dell’acqua dove nelle prossime settimane saranno inoltre messe a dimora le poetiche Phragmites australis e Typha latifolia che, grazie al loro apparato radicale, permetteranno la fitodepurazione delle acque.

Proseguendo verso sud-est, anche le linee sinuose del fosso e i percorsi pedonali che lo costeggiano sono ben definiti, mentre sono iniziati gli scavi per la realizzazione dei tre specchi d’acqua con ciottoli di fiume. Questo spazio, che congiuntamente al laghetto naturalistico declina all’interno di Parco Parri il rapporto della Città di Cuneo con l’acqua, si conclude in un gioco finale di piccoli canali e chiuse con i quali i bambini potranno interagire, cambiandone la direzione di scorrimento e riportandola nella piazza, allagabile nella sua parte bassa, davanti al pontile.

A fianco di quest’area, sono iniziati i lavori per la realizzazione della zona attrezzata, all’interno della quale sorgeranno i campi sportivi, le aree per il fitness con il percorso vita a 16 stazioni e le aree dedicate ai bambini che ospiteranno in 3000 mq, 15 tra giochi singoli e multifunzionali e 3 giochi inclusivi musicali.

Nel frutteto didattico, situato accanto all’area sportiva, sono già a dimora mirtilli, more, lamponi e uva spina nel giardino dei piccoli frutti, nei cultivar meli, peri, ciliegi, albicocchi, giuggioli, noccioli, nespoli e melograni, che hanno già donato alla città i loro primi frutti.

Gli altri passi avanti nei lavori per Parco Parri a Cuneo

Con grande soddisfazione anche la messa a dimora dei nuovi 536 alberi è in completamento: sono stati infatti terminati i filari ellittici che definiscono le geometrie del parco, i filari di accompagnamento ai percorsi pedonali che garantiranno un ombreggiamento durante le calde giornate estive oltre che il boschetto urbano con aceri, platani, tigli, querce, ginkgo biloba, betulle e i liquidambar.

Sono state completate anche le aree a parcheggio, poste in via Don Orione, che permetteranno a tutti i cittadini di poter accedere al Parco Parri, così come il marciapiede che delimita l’area verde, già accessibile e dal quale è possibile osservare i lavori di realizzazione del nuovo polmone verde urbano.

Risultati importanti frutto di un lavoro di squadra che si è sviluppato grazie al felice incontro di maestranze competenti, aziende di grande professionalità, una Direzione Lavori e di cantiere attenta e dinamica.

Leggi anche: VACCINI, PIEMONTE: ADESIONI AL 72,7%, MA MANCANO ANCORA 720MILA PERSONE

x