« Torna indietro

Reddito di cittadinanza: Prete (Unioncamere), ‘Chi rifiuta posto deve perderlo’

“Il reddito di cittadinanza? Va bene, ma se uno rifiuta il posto di lavoro deve perderlo”. “La riforma delle Camere di Commercio prosegue, ma va data un’accelerata. Gli accorpamenti? La legge va rispettata e, dunque, le situazioni ancora sub-judice andrebbero affrontate e risolte lungo il percorso tracciato e che molti colleghi hanno sin qui rispettato”. Con il dimezzamento dei diritti attuali e la soglia minima delle imprese iscritte (75mila), è normale che piccole realtà avessero contraccolpi, ha poi aggiunto Prete. Questi ed altri temi sono stati al centro dell’intervista esclusiva rilasciata dal presidente nazionale di Unioncamere, Andrea Prete, al direttore editoriale di Antenna Sud, Pierangelo Putzolu, nella rubrica “L’Intervista della Settimana” in onda sui canali della stessa Antenna Sud a partire da mercoledì sera (ore 23) con repliche il giovedì e il venerdì sui canali 90 e 85. Prete nel corso dell’intervista ha sottolineato che “transizione ecologica ed ecologica e semplificazione amministrativa saranno le grandi sfide sulle quali le Camere di Commercio potranno fare la differenza”. “L’azione messa in campo dal ministro Brunetta va bene, noi chiediamo che sia alleggerito il peso in carico alle aziende. Non si possono, poi, attendere mesi e mesi per ottenere le autorizzazioni”. Una “stoccata” alla Regione Puglia sul mancato appuntamento del 2021 della Fiera del Levante: “Io sono già stato a Milano per prendere parte ad alcune fiere, la prima quella delle Calzature. E devo dire che tutto è filato liscio. Forse a Bari c’è stata qualche prudenza di troppo… La Fiera del Levante segna da sempre l’appuntamento della ripresa economica, è un evento al quale personalmente sono legato: nel 1978 la mia prima foto con l’esposizione dei prodotti della mia azienda”. Prete ha concluso nel rimarcare l’azione di Unioncamere e delle Camere di Commercio: “Devono essere sempre più cinghia di trasmissione fra azione governativa e imprese, in un quadro sociale ed economico che è cambiata e cambia sempre di più e che ci costringe a stare al passo con i tempi”.

x