« Torna indietro

Baby-rapinatori in azione in un supermercato a Giugliano, colpito il figlio del titolare con una spranga di ferro

Uno dei due, pentito, è tornato nel supermercato.

Hanno solo 15 e 16 anni ma hanno avuto la freddezza di pianificare una rapina in un supermercato, senza esitare e ricorrendo anche alla violenza cieca se necessario.

L’episodio si è verificato in via Cataste in un supermercato a conduzione familiare di Giugliano. Entrambi i baby-rapinatori sono entrati con un passamontagna ed il più grande era armato di una spranga di ferro.

Dopo aver rapinato l’esercizio commerciale, per un bottino di 700 euro, scappano. Durante la fuga però il titolare blocca il ragazzo armato, che non esita a colpire violentemente alla testa il figlio dell’imprenditore.

Il 15enne fugge con la refurtiva a bordo del suo scooter. Poco dopo, forse perché pentito o per evitare una condanna più grave, ritorna sul “luogo del delitto” e conferma di essere il complice. Tuttavia dello scooter e del denaro nessuna traccia.

I carabinieri della compagnia di Giugliano, allertati dal 112, giungono poco dopo sul posto e portano i due rapinatori in caserma. Il 16enne, arrestato per rapina aggravata in concorso e lesioni personali, viene condotto presso il centro di prima accoglienza dei Colli Aminei. Il 15enne invece è stato denunciato a piede libero per rapina.

La spranga di ferro di 45 centimetri ed i passamontagna sono stati sequestrati. Il figlio del titolare del supermercato è stato curato dal personale sanitario dell’ospedale San Giuliano e ne avrà per 15 giorni a seguito del trauma cranico subìto.

x