« Torna indietro

Cna plaude al prolungamento delle misure di sostegno alle imprese


Positiva la conferma di misure come il Superbonus 110%, Transizione 4.0 e il Fondo Garanzia PMI.
Ribon, Segretario CNA Veneto: «Il PIL del Veneto a +5,8% in linea con la crescita del PIL nazionale al 6%. Per il Territorio il comparto Edilizia è fondamentale. Il NADEF rappresenta una boccata di ossigeno per le filiere del settore Casa permettendo di proseguire con una marcia in più»

Marghera, 30 settembre 2021. CNA Veneto vede positivamente la Nota di Aggiornamento del Documento di Economia e Finanza presentata ieri dal Governo che conferma l’orientamento espansivo della politica di bilancio a supporto dell’economia d’impresa. Orientamento che è risposta positiva alle istanze più volte presentate da CNA Veneto di attuare politiche di sostegno prolungate e continuative per favorire la ripartenza delle PMI. Le misure approvate nel Documento, tra le quali conferma della proroga del Superbonus 110% sino al 2023, vanno in questa direzione in particolare per un territorio come il Veneto che sull’edilizia e sulla filiera del comparto Casa affonda e consolida le proprie radici economiche e storiche. Anche le stime di crescita del PIL al 6% vedono il Veneto allineato in una fase di forte e decisa ripartenza con un PIL che, secondo gli indicatori rilevati dall’Osservatorio sull’Economia regionale, la evidenziato per il Veneto una prospettiva di crescita del 5,8%.

«Presupposti positivi per il NADEF – afferma Matteo Ribon Segretario CNA Veneto – che conferma la proroga del Superbonus 110% al 2023, oltre ad altre misure come la Transizione 4.0 e il potenziamento del Fondo Centrale di Garanzia per le PMI. Questa proroga rappresenta una boccata di ossigeno per le imprese venete della filiera Casa che, con quasi 900 interventi asseverati, si conferma una delle prime regioni in Italia per pratiche di utilizzo di questo strumento. A conferma che per il nostro Territorio le costruzioni rappresentano un settore trainante che viaggia ad un ritmo di crescita sostenuto e che, auspichiamo, potrà portare le PMI ad oltrepassare il livello di pre-pandemia. Ora gli strumenti ci sono e la tempistica non potrà che favorire una ulteriore marcia in più.»

x