« Torna indietro

“Uno scivolone istituzionale”

La discussione in consiglio comunale si potrebbe interpretare come uno scivolone istituzionale ma in questo caso, non sarebbe una lettura realistica dei fatti. I consiglieri di maggioranza si sono trincerati dietro motivazioni tecniche, appigli normativi che non fanno onore a chi amministra la città ed ha ricevuto un così largo consenso per il mandato. La verità è che, i banchi della maggioranza non rappresentano il civismo, neanche in parte, come spesso provano a far credere, ma, la destra pura e dura, quella del Noi e Voi. Nella richiesta di intitolazione di un luogo, una piazza o una via a Gino Strada e Teresa Sarti, avevamo tentato di andare oltre il loro schieramento politico, scrivendo contenuti che descrivessero il valore riconosciuto da tutte le realtà internazionali per la missione umanitaria che avevano scelto di intraprendere, nella convinzione di una risposta positiva di tutto il consiglio, ma non è bastato a trasformare il dibattito in scontro tra le parti. I Sinistri vanno emarginati al di là del valore e dell’impegno per l’intera comunità, i fondatori di emergency non meritano neanche il nome su una targa, non possono essere contemplati come personaggi simbolo da seguire per l’impegno umanitario profuso che dovrebbe essere un esempio per le giovani generazioni. Come al solito, due pesi e due misure caratterizzano le scelte della maggioranza Ferrari e…. Si dimostra ancora una volta che non è tutto oro quello che luccica. Gruppo consiliare PD Gruppo consiliare Anna per Piombino

x