« Torna indietro

Alma Mater Fest 2021: il programma

Cultura, sport, sostenibilità: sono questi i tre pilastri su cui è stato costruito l’intero programma di Alma Mater Fest, l’evento dedicato alla comunità di Ateneo organizzato da CUSB e Università di Bologna per oggi lunedì 11 ottobre 2021.

Cultura, sport, sostenibilità: sono questi i tre pilastri su cui è stato costruito l’intero programma di Alma Mater Fest, l’evento dedicato alla comunità di Ateneo organizzato da CUSB e Università di Bologna per oggi lunedì 11 ottobre 2021.

Un pomeriggio no-stop, live e in diretta streaming, con 50 eventi e oltre 70 ospiti, dedicato agli studenti e alle studentesse dell’Alma Mater Studiorum per conoscersi, confrontarsi e scoprire l’Ateneo Multicampus in tutte le sue sfaccettature.

Una grande festa – che coinvolge 14 location contemporaneamente a Bologna e nelle sedi della Romagna – fatta di dibattiti, musica e spettacoli, tornei di sport ed eSport, incontri con ospiti d’eccellenza, talk e lectio per immaginare il futuro.

Alma Mater Fest: il programma

Sarà la Prorettrice Elena Trombini alle ore 15.00 in Salaborsa ad inaugurare ufficialmente l’Alma Mater Fest 2021, per lasciare poi spazio ai tre Talk della giornata. Si parte alle 15.15 con “Il coraggio di innovare”, dedicato ai cambiamenti profondi che attraversano il mondo del lavoro e alle sfide imprenditoriali del futuro con Federico Dal Pozzo, Accelerated Growth Consultant per Google e tra i 100 giovani più promettenti d’Italia secondo Forbes, Alessandra Toninelli, IT Director di Rejoint (azienda che applica l’AI alla medicina), Alberto Fraticelli, Direttore di TreCuori e provider di benessere, Linda Serra, co-founder e CEO di Work Wide Women, introdotti da Marco Degli Esposti, Direttore Generale dell’Ateneo. A seguire, alle 16.20, “Cura, innovazione e sostenibilità: un nuovo paradigma di sviluppo”, per parlare di clima e ambiente come nuovi asset della ricerca scientifica, dello sviluppo d’impresa e del progresso tecnologico assieme a Giulia Bosi, Alumna dell’Alma Mater e rappresentante italiana al G7 Giovani, Lorenzo Zitignani, direttore e co-founder di Plastic Free e Riccardo Gulli, Delegato del Rettore per Edilizia e Sostenibilità, assieme a un contributo video di Paolo Natali del Rocky Mountain Institute, Alumno dell’Alma Mater ed esperto di tecnologia e ambiente.

Giulia Bosi

Infine, alle 17.55, l’incontro “Il luogo come spazio fisico, culturale e virtuale”: racconto della città universitaria e del suo fermento culturale e gastronomico, tra passato, presente e futuro, con il Direttore della Fondazione Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli, Franco Farinelli, Professore Emerito di Unibo, Pasquale Polito, general manager di Forno Brisa e Coco Rebecca Edogamhe, attrice e protagonista della serie tv di Netflix Summertime.

Coco Rebecca Edogamhe

Sarà invece nel Cortile dell’Ercole, alle 16.00, il talk, “Pensare l’impossibile” con i racconti dalla viva voce di protagonisti di imprese straordinarie: dalla atleta paralimpica Martina Caironi, argento nei 100 metri a Tokyo, a Giampaolo Ricci, ex capitano della Virtus pallacanestro Bologna che ha conquistato l’ultimo scudetto. Assieme a loro Katia Serra, ex calciatrice e oggi commentatrice tecnica Rai e prima voce femminile a commentare in diretta la finale degli europei che hanno visto la Nazionale aggiudicarsi la vittoria.

Sempre il Cortile dell’Ercole ospiterà, alle 17.00, la lectio magistralis “Raccontare lo sport” con Matteo Marani, giornalista e scrittore che ha rivoluzionato lo storytelling nel mondo dello sport con i suoi appassionanti racconti in onda su Sky Sport, mentre alle ore 19.15 la tavola rotonda con Matteo Maria Zuppi, Francesco Ubertini e Matteo Lepore sull’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, che chiuderà il ciclo di incontri “Dialoghi sulla sostenibilità”.

L’Aula Magna di Santa Lucia ospiterà – a partire dalle ore 17.30 – la cerimonia di conferimento del Sigillum di Ateneo a Patrizio Bertelli e Max Sirena, rispettivamente Presidente e Team Director di Luna Rossa Prada Pirelli Team. Ospiti della cerimonia anche Umberto Molineris e Jacopo Plazzi, grinder e allenatore del team vincitore della Prada Cup. In chiusura il saluto del Rettore agli atleti dell’Università che hanno partecipato alle ultime Olimpiadi e Paralimpiadi.

Lo sport è, d’altra parte, uno dei grandi protagonisti di Alma Mater Fest, con le sfide di calcio a 5, basket e le esibizioni di ultimate frisbee in programma fin dalla mattina al Palacus e le finali del secondo Torneo eSport CUSB, con i giocatori che dopo settimane di incontri online disputeranno le finali in Piazza Verdi per FIFA 2021 e nel paddock del leggendario Circuito “Enzo e Dino Ferrari” di Imola per Assetto Corsa. ‘In pista’ a Imola ci saranno anche 10 team di studenti universitari provenienti da 5 differenti nazioni – Italia, Ungheria, Spagna, Polonia e Germania – per le prove dinamiche su rettilineo con le moto elettriche che hanno costruito loro stessi.

E sarà un po’ come essere al circuito anche per gli appassionati di motori che vorranno mettersi alla prova e misurare la propria abilità grazie al simulatore di guida in Piazza Verdi a Bologna, che consentirà di condurre virtualmente una scattante Dallara Stradale sul Circuito di Imola.

Immancabile anche la musica che rappresenterà il momento conclusivo di Alma Mater Fest: a partire dalle 18.30 in Piazza Scaravilli, cento elementi tra studenti e dipendenti dell’Alma Mater Studiorum, ALMA IN 100, si esibiranno per suonare tutti insieme, contemporaneamente, un repertorio di brani iconici della storia del rock (l’esibizione sarà coordinata dal team di Rockin’1000 di Cesena, la band nata nel 2015 e diventata una Community internazionale che conta oltre 26.000 iscritti).

I Campus di Ravenna, Forlì, Cesena e Rimini vedranno alternarsi prove di arrampicata e beach tennis, yoga e cross training, basket e tornei di biliardino. Una gara appassionante, anche se non sportiva, sarà disputata a Forlì tra i partecipanti al Greenathon, l’hackathon che vedrà diversi team di studenti e studentesse sviluppare progetti di carbon neutral packaging per il comparto alimentare: a fine giornata sarà decretato il team vincitore della sfida della sostenibilità. Tanti anche nei campus i momenti di incontro su temi come qualità della vita, bilancio di genere, transizione energetica e mobilità sostenibile.

Non poteva mancare un excursus culturale e turistico nella città di Bologna, con le visite guidate alla scoperta del legame simbiotico tra l’ateneo e le piazze, vie, portici, palazzi, la “Caccia al tesoro” dedicata agli studenti internazionali e il tour alla scoperta delle Sale della Musica, il percorso espositivo permanente di recente inaugurato al secondo piano di Salaborsa e dedicato alla storia della pop music a Bologna dagli anni Quaranta ad oggi.

Novità della seconda edizione di Alma Mater Fest sono infine i 3 Meet&Greet al secondo Piano di Salaborsa: incontri di 45’ rigorosamente su prenotazione per un confronto serrato sui temi della sostenibilità, del marketing e della formazione.

Il programma completo della manifestazione è disponibile sul sito www.almamaterfest.it.
Il numero di persone che potrà accedere a ciascun evento è regolamentato in base alle normative vigenti per il contenimento del contagio da COVID-19. Tutti gli eventi sono gratuiti e su prenotazione, per l’accesso alla manifestazione è necessario esibire un Green Pass valido.

x