« Torna indietro

Arrestato a Roma il fratello dell’attaccante del Siviglia Nacho Varela per furto da Luis Vuitton e nell’Apple store

Arrestato il fratello dell’attaccante del Siviglia per aver rubato in alcune boutique del centro di Roma.

Joaquin Lores Varela, fratello e procuratore dell’attaccante del Siviglia Ignacio Varela, è stato arrestato insieme alla compagna per aver rubato nell’apple store e in un negozio di Luis Vuitton

E’ finito in aula, processato per direttissima Joaquin Lores Varela, 24 anni, fratello e procuratore dell’attaccante del Siena Ignacio “Nacho” Lores Varela. E’ stato fermato nella giornata di sabato, in pieno centro a Roma con la compagna 22enne. Nei pressi di San Lorenzo in Lucina, entrambi sono stati trovati con addosso accessori griffati non pagati. Il bottino trovato nelle mani della coppia, secondo gli agenti dei Carabinieri vale svariate migliaia di Euro: un portafoglio e una borsa del marchio francese e un paio di auricolari dell’Apple store poco distante.

I due hanno attirato l’attenzione di due militari in borghese, insospettiti dal fatto che la coppia aveva passato molto tempo nella boutique francese, uscendo però senza comprare nulla. Così, fermati per un controllo, oltre alla merce rubata è stata ritrovata anche una tronchesina, probabilmente utilizzata per forzare la placca antitaccheggio.

Prima ai carabinieri e poi in aula il 24enne si è giustificato spiegando che si è trattato di un gesto impulsivo, sottolineando di essere a Roma per sbrigare delle faccende relative alla carriera del fratello, ha quindi con l’occasione approfittato per fare il turista e guardare le vetrine. Una leggerezza dunque, quella di afferrare gli accessori e uscire senza pagare. Leggerezza però che gli è costata una condanna a 8 mesi di reclusione.

Anche Joaquin fu un calciatore professionista, ha giocato nel campionato italiano, svizzero e uruguaiano, per poi dedicarsi completamente all’attività di procuratore del fratello Ignacio nel 2018.

x