« Torna indietro

Papa Francesco: “accesso universale ai vaccini e sospensione temporanea dei diritti di proprietà intellettuale"

Udienza papale, un bambino va da Bergoglio: “i bambini non hanno traduttore automatico dal cuore alla vita, il cuore va avanti”

Città del Vaticano. C’era una folla, in udienza da Papa Francesco. Tra le sedie di legno, nell’aula Paolo VI, si muoveva un bambino. Il Pontefice, come ogni mercoledì, si trovava sul palco circondato da dignitari: teneva la catechesi all’udienza generale. Ma non distogliamo gli occhi dal piccolo, che ha otto o nove anni. E’ attratto dalla papalina bianca sul capo del Papa. Lo si vede nelle immagini delle telecamere vaticane: il bambino, sorridente, ha salito i gradini, in direzione di Bergoglio. Per un momento, Francesco ha interrotto l’udienza: come il ragazzino, anche lui era divertito. Gli ha permesso di dire quel che voleva. Si è avvicinato un monsignore, allo scopo di tenere d’occhio il monello curioso. Rivolgendosi a padre Leonardo Sapienza, il coordinatore delle udienze del mercoledì, il Papa ha chiesto di provvedere a dare una seggiola al piccolo.

Ha dichiarato: “Mi è venuto in mente quello che Gesù diceva sulla spontaneità dei bambini, quel bambino si muoveva come fosse stato a casa sua, anche voi se non vi fate bambini non entrerete nel Regno dei cieli, io ringrazio questo bambino per la lezione che ci ha dato a tutti, i bambini non hanno traduttore automatico dal cuore alla vita, il cuore va avanti”. E ancora: “Ringrazio questo bambino per questa lezione, il Signore lo aiuti nella sua crescita“.

E’ accaduto anche a Papa Wojtyla, che ha anche raccolto dal pavimento bambini che gattonavano; è capitato a Ratzinger e a Giovanni Paolo I, nei suoi 33 giorni di regno.


x