« Torna indietro

Catania, consiglio comunale rinviato: le parole del presidente Castiglione e del consigliere Bonaccorsi

Il consiglio comunale previsto ieri è stato rinviato dopo due ore di attesa.

Dopo un lungo dibattito il consiglio comunale previsto ieri a Palazzo degli Elefanti a Catania è stato rinviato. La conferma arriva dal consigliere Graziano Bonaccorsi, che si è fatto anche portavoce della ritrosia allo svolgimento di altri consiglieri come Lanfranco Zappalà, Enzo Bianco, Salvo Di Salvo, Giuseppe Gelsomino, Lidia Adorno, Francesca Ricotta e Mario Tomasello.

“Alla fine, dopo diversi tentativi (appena due ore di attesa) il consiglio comunale viene rinviato – ha detto Bonaccorsi –. Vergognoso e ridicolo il tentativo di aprire la seduta di Consiglio, un situazione imbarazzante che ha esasperato gli animi di buona parte dei colleghi, anche di maggioranza. Ancora una volta, dopo 2 anni, vi sono problemi informatici per avviare una seduta in video diretta su You Tube, anche davanti la presenza del direttore dei servizi informatici. Alla fine hanno sprecato tempo e risorse mettendo a rischio (inutilmente) l’incolumità dei dipendenti e di tutti i presenti in aula”.

Le decisioni di chi sta a capo del consiglio comunale non vengono prese bene e si chiede un intervento dell’Assessorato Regionale agli Enti Locali.

“Riteniamo assurdo il grado di pressappochismo e incapacità di alcuni dirigenti – conclude Bonaccorsi –, ma soprattutto le pressioni politiche e psicologiche patite dal presidente Castiglione, reo di aver accettato un consiglio in queste condizioni. Siamo certi che il sindaco non sarà felice della situazione, ma è evidente il grado di inadeguatezza politica e amministrativa dall’amministrazione Pogliese. Crediamo che vi siano i presupposti per interpellare l’Assessorato agli Enti Locali sulla fallace e lacunosa gestione del consiglio comunale di Catania. Riteniamo che la nostra istanza rappresenti un problema serio da affrontare perché dobbiamo comprendere la gestione dell’aula e capire se questa amministrazione sia in grado di portare avanti un’azione sia politica che amministrativa. Noi siamo alquanto turbati e vogliamo mettere le luci anche su questo problema, perché dobbiamo essere tutelati tutti.

Il presidente del consiglio comunale di Catania, Giuseppe Castiglione, afferma: “Non ho aperto il consiglio comunale ieri a tutela e salvaguardia di tutti“.

Immagine di repertorio

LEGGI ANCHE: CATANIA, IL CONSIGLIO COMUNALE SI FA: AL VIA ALLE 18,30

x