« Torna indietro

Una bolla di plasma proviene dal Sole: sta investendo la Terra

Una bolla di plasma proviene dal Sole: sta investendo la Terra

Una bolla di plasma proviene dal Sole: sta investendo la Terra. Questo stato di cose dà origine a un’intensa tempesta geomagnetica. A causa di questo fenomeno, potrebbero essere prodotte aurore polari visibili a occhio nudo, anche a 50 gradi di latitudine. La tempesta geomagnetica sarà visibile in Belgio, ma anche negli Usa, per la precisione nell’Oregon.

Ma c’è di più. E’ possibile che questo intenso flusso di particelle energetiche interferisca con le comunicazioni.
In parte dell’America latina, la bolla di plasma ha già provocato un blackout radio. Ciò avviene per una ragione: i brillamenti solari influenzano il campo magnetico del nostro pianeta, che a sua volta può interrompere le reti elettriche e le reti di comunicazione.

Bisogna preoccuparsi? La Nasa parla chiaro: “Le radiazioni nocive di un brillamento non possono penetrare l’atmosfera terrestre e colpire fisicamente gli esseri umani sulla Terra. Tuttavia, se abbastanza intense, possono disturbare l’atmosfera nello strato in cui viaggiano i segnali Gps e di comunicazione”. Nell’era della comunicazione, siamo presi dalla problematica. Qualsiasi potenziale interruzione, comunque, sarà soltanto temporanea.

Il brillamento si crea per via di un’enorme espulsione di plasma dallo strato esterno del Sole. Il plasma è costituito principalmente composto soprattutto da elettroni e protoni: in questo caso, viene trascinato dal campo magnetico della corona solare. L’Ingv, Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia, afferma che il campo magnetico del Sole inverte la sua polarità ogni 11 anni: da questo deriva il numero delle macchie solari presenti sulla sua superficie. Se si contano le macchie, si può seguire l’andamento del ciclo di attività solare. Il numero di macchie solari è minimo quando incomincia il ciclo di attività solare e aumenta via via, fino a raggiungere il suo massimo verso metà ciclo. Le espulsioni di massa coronale che generano le tempeste geomagnetiche avvengono principalmente in corrispondenza delle macchie solari: se il loro numero è alto, le tempeste sono probabili.

x