« Torna indietro

Taranto: Operai Itagomma costretti a lavorare in condizioni precarie, sciopero di 8 ore

Un presidio di otto ore dei lavoratori di Itagomma, a Taranto, nei pressi dell’impresa, organizzato da Filctem Cgil e Uiltec Uil per provare a sbloccare la situazione e migliorare le condizioni dei lavoratori. Spiega Giordano Fumarola, segretario generale Filctem Cgil Taranto: “Tante promesse che non si sono concretizzate. Denunciamo condizioni di lavoro non sane per i lavoratori, una situazione che mette in discussione anche la sicurezza”. Ambienti angusti e stretti per i lavoratori impiegati nell’azienda che produce manicotti in gomma per motori. “Durante la pandemia è riuscita a incrementare la propria posizione, dimostrandosi virtuosa, ma questo risultato non si è riverberato sulle condizioni dei lavoratori”. “Chiediamo da anni incontri all’azienda per ripristinare relazioni che non ci sono mai state” spiega Amedeo Guerrero, Uiltec Uil, “i lavoratori sono costretti a lavorare su macchinari vecchi e con materiali di cui non conosciamo la provenienza”. Il gruppo di imprese, con una sede anche a Torino, ha oltre cento dipendenti. Le organizzazioni sindacali Filctem Cgil e Uiltec Uil annunciano che se la situazione non si sbloccherà, la protesta potrebbe assumere altre forme: “Continueremo a denunciare la precarietà del futuro occupazionale e delle condizioni in cui sono costrette le maestranze di Itagomma”, conclude Fumarola.

x