« Torna indietro

Liberi dal tornaconto personale: il Patriarca Moraglia a Catene per la Messa della Madonna della Salute

21.11.2021 – S. Messa presieduta dal Patriarca di Venezia Francesco Moraglia a Catene domenica 21 novembre in occasione della festa della Madonna della Salute a cui la parrocchia è dedicata.

Nel suo saluto iniziale il parroco don Lio Gasparotto ha sottolineato il difficile momento che stiamo vivendo a causa della pandemia ma anche la bella realtà del volontariato. «Avevamo sperato che questa situazione difficile diventasse un’opportunità per crescere nella solidarietà – ha detto tra l’altro il parroco – ma lo è stato solo per pochi. Invece trovo tantissime persone arrabbiate, siamo davvero disorientati e confusi. Tutti bisognosi di essere guariti perché abbiamo perso la fede in Dio e anche negli uomini. Forse abbiamo paura perché non capiamo dove stia la verità».
Don Gasparotto si è quindi soffermato anche sulla bellezza del volontariato. «Ci sono tante persone che fanno volontariato sinceramente, che non cadono nelle polemiche e non hanno mai smesso di spendersi gratuitamente. Sono segni preziosi che, ne siamo certi, faranno rifiorire la gioia e la speranza. Chiediamo alla Madonna che ci liberi dalla presunzione che possiamo salvarci da soli».

Ringraziando i sacerdoti del Vicariato di Marghera presenti e i fedeli, il Patriarca ha sottolineato come «la vostra presenza è importante ed è qualcosa che ci aiuta a guardare la comunità come una comunità di comunità». Ricordando le ricorrenze religiose dell’anno con le grandi feste come Natale e Pasqua mons. Moraglia ha accennato anche al «Natale espropriato del suo significato religioso». Ha quindi ricordato la tradizione della devozione alla Madonna della Salute: «Noi siamo la generazione dell’efficientismo e della comunicazione. Le generazioni passate erano le generazioni che sapevano dare senso alle cose, che sapevano cogliere l’importanza dei segni come la solidarietà e la carità cristiana». Il patriarca ha quindi concluso auspicando che ognuno si liberi dal tornaconto personale con spirito di vera carità.

x