« Torna indietro

Violenza sulle donne

Violenza contro le donne, in quattro nei guai. Scattano due arresti e due divieti di avvicinamento

Non solo l’arresto dell’ortopedico di Tricase, ma nella giornata mondiale della violenza contro le donne, infatti, altri quattro uomini sono finiti nei guai. Due arresti e due divieti di avvicinamento, infatti, sono scattati proprio in quella che in tutto il Mondo viene riconosciuta come la giornata per sensibilizzare ancor di più nei confronti di uno dei tempi più caldi e più controversi della nostra umanità. Gli episodi dei quattro provvedimenti di giornata sono avvenuti tra Alliste, Galatone, Calimera e Ugento. Nel primo caso, i militari della stazione di Racale hanno arrestato un uomo che si è reso responsabile di maltrattamenti in famiglia, percosse e tentata estorsione. Tutte accuse che sono nate per comportamenti avuti nei confronti della moglie convivente e che sono culminate, nelle ore scorse, con un’aggressione. L’uomo, poi arrestato, infatti, al rifiuto della donna di consegnarli del denaro che sarebbe servito all’acquisto di sostanze stupefacenti, l’avrebbe minacciata e percossa, prima di essere bloccato dai militari. La donna è stata soccorsa dai sanitari del 118 e, per fortuna, non ha riportato alcuna ferita, mentre l’uomo è stato trasferito in carcere.

Violenza contro le donne, gli altri episodi

Riglione raccolta firme stazione carabinieri

L’altro episodio di violenza contro le donne si è verificato ad Ugento. Qui, i Carabinieri della Locale Stazione hanno arrestato un individuo che avrebbe maltrattato ed estorto soldi alla madre convivente. Reati di maltrattamenti in famiglia per i quali è stato condannato a scontare la pena residua di 2 anni e 4 mesi di reclusione. Negli altri due episodi di violenza contro le donne, invece, è scattato il divieto di avvicinamento alle persone offese e ai luoghi da esse frequentati, per continui maltrattamenti, offese e lesioni. A Galatone, l’indagato dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia, minacce e stalking verso la ex convivente; mentre a Calimera un uomo dovrà rispondere di minacce, lesioni e ingiurie. I fatti sarebbero cominciati nel luglio 2019. A carico dell’indagato, inoltre, è stato eseguito il sequestro di due fucili da caccia calibro 12, corredati da 200 cartucce, regolarmente detenuti.

x