« Torna indietro

accesso ai parchi

accesso ai parchi

Accesso ai parchi, da lunedì 15 stop alle prenotazioni

Pubblicato il 12 Giugno, 2020

Quella di delimitare il permesso di accesso ai parchi solo previa prenotazione online, era stata una decisione presa dal Sindaco di Lecce, Carlo Salvemini che aveva fatto discutere non poco. Dal 18 maggio scorso, infatti, ai cittadini leccesi era stato revocato il divieto di accesso ai parchi e questo ne aveva designato la loro riapertura. I parchi cittadini di Belloluogo, Villa Comunale e Campo Montefusco di Santa Rosa hanno riaperto i battenti con l’apertura prevista sette giorni su sette, ma solo dalle 8 alle 18 e dietro prenotazione da effettuare prima di recarsi sul sito del Comune di Lecce. La prenotazione avveniva tramite una piattaforma messa a punto da “Parkorfun” e si raggiungeva dopo aver cliccato l’apposito banner all’interno del sito istituzionale del Comune del capoluogo salentino. All’interno della prenotazione venivano richiesti gli orari in cui era prevista la visita, che non doveva essere di più di un’ora, il numero di persone con cui ci si sarebbe recati, i propri dati personali e la mail. Ora, da lunedì non ci sarà bisogno di tutto questo, l’ingresso sarà libero, ma il distanziamento sociale dovrà essere obbligatoriamente rispettato.

Accesso ai parchi, i nuovi orari e le parole del Sindaco

Carlo Salvemini

Da lunedì 15 giugno, quindi, l’accesso ai parchi tornerà ad essere libero e quindi si potrà tornare al parco Belloluogo, al Campo Montefusco di Santa Rosa e alla Villa comunale senza alcun condizionamento alla prenotazione e saranno estesi gli orari di apertura. In particolare la Villa comunale resterà aperta dalle 9 alle 22.30; il Parco Belloluogo dalle ore 9 alle ore 23; ed il Campo Montefusco di Santa Rosa dalle ore 8 alle ore 23.

In attesa della pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, l’ultimo decreto firmato dal presidente Conte mantiene il divieto di assembramento in parchi e giardini pubblici– dichiara il sindaco Carlo Salvemini circa l’accesso ai parchi libero– vigileremo dunque sull’affollamento di questi luoghi, per garantire il rispetto del distanziamento interpersonale di almeno un metro e l’uso della mascherina, anche all’aperto, nelle situazioni nelle quali è necessario. In questo periodo l’utilizzo della piattaforma Parkforfun ci ha dato modo di gestire in ordine e sicurezza, sulla base delle capienze massime stabilite per il rispetto del distanziamento sociale, l’accesso di circa 6mila persone. Che, per inciso, non hanno manifestato difficoltà particolari nell’utilizzo di tecnologie che sono ormai alla portata di tutti per numerose attività quotidiane. Ringrazio la Protezione Civile e il personale Lupiae che hanno collaborato al contingentamento degli accessi e la piattaforma ParkforFun che ha curato la parte tecnologica” .

Skip to content