« Torna indietro

Aggredisce i passanti con una bottiglia rotta. Quindi i sanitari del Goretti. Notte di follia a Latina

L’uomo, un cittadino tunisino di 46 anni, tossicodipendente, ha dapprima minacciato i passanti nei pressi della Questura quindi, trasportato in ospedale, se l’è presa con il personale medico

Pubblicato il 2 Ottobre, 2023

E’ stata una notte di caos e violenza quella che ha sconvolto il centro di Latina; protagonista un cittadino tunisino di 46 anni che in due diversi episodi ha seminato il panico tra i residenti e il personale del pronto soccorso dell’ospedale Goretti.

La prima manifestazione di violenza

Il primo episodio si è verificato nei pressi della Questura, dove il cittadino tunisino, noto per i suoi problemi di tossicodipendenza, ha improvvisamente iniziato a minacciare i passanti con una bottiglia di vetro rotta, facendola sembrare un’arma. Nonostante le sue affermazioni di essere stato aggredito, è stato lui a mostrare comportamenti violenti, mettendo in pericolo la sicurezza dei cittadini. La polizia è intervenuta prontamente per calmare la situazione e garantire la sicurezza pubblica.

Il trasporto in ospedale

Dopo l’episodio in strada, il cittadino tunisino è stato trasportato in ospedale con un’ambulanza per ricevere le cure necessarie e cercare di stabilizzarlo. Tuttavia, una volta giunto al pronto soccorso dell’ospedale Santa Maria Goretti, ha ripreso a manifestare comportamenti aggressivi e provocatori.

La situazione si aggrava in ospedale

Nella sala d’attesa del triage, il nordafricano ha sorpreso tutti prendendo due flebo e rompendole per ottenere frammenti di vetro, che ha utilizzato come arma minacciando il personale medico e infermieristico, oltre ai pazienti presenti. La situazione è rapidamente degenerata, richiedendo un ulteriore intervento da parte della Polizia.

Denunce in arrivo

Gli agenti della Squadra Volante hanno documentato l’accaduto ai fini delle denunce che si prospettano inevitabili.

About Post Author

Skip to content