« Torna indietro

Al Bano

Il cuore d’oro di Al Bano e Cellino San Marco: “Ospitiamo famiglie ucraine, da noi l’umanità trionfa”

Pubblicato il 18 Marzo, 2022

“Una mia cugina ha rapporti con l’Ucraina da anni. Ho ospitato dei ragazzi di Chernobyl a Cellino per anni. Le ho chiesto se era ancora in contatto con queste persone, perché volevo ospitare una famiglia a casa e come me tanti di Cellino e dei paesi limitrofi hanno fatto la stessa cosa. Quando c’è bisogno di umanità, l’umanità trionfa. Mi sento veramente un uomo degno di vita”, così Al Bano.

Il cantante sta ospitando nella sua casa di Cellino San Marco una famiglia ucraina fuggita dalla guerra. Sono arrivati ieri sera, come ha fatto sapere a “Oggi è un altro giorno”, il programma di Rai 1: “Una mamma con un bambino e due studenti. Lei è professoressa di psicologia e appena mi ha visto ha detto: Ma è il vero Al Bano?. Ci siamo fatti una bella spaghettata, poi fagioli, piselli e ceci. Voglio che piano piano mettano radici in questo posto. Non ho chiesto ancora nulla della loro esperienza, è presto per andare in profondità”.

“Ho assistito a scene di grande solidarietà e grande umanità – ha raccontato – Sono felicissimo di poter assistere a questo entusiasmo, all’amore che questa gente ha per l’Italia, soprattutto sapendo quanto è stata lunga e tragica la loro Odissea per arrivare fino a qua”.

“L’ho conosciuto, ho cantato per lui. Questo Putin non lo riconosco, non lo amo più – ha sottolineato – Putin ha fatto risorgere la Russia, è stato anche candidato come possibile Nobel per la pace e ora fa questo”.

x