« Torna indietro

Pubblicato il 4 Settembre, 2020

La Biblioteca Sassetana apre i battenti

Intitolata al Maestro Celestino Giorgerini, è la prima Biblioteca nella storia di Sassetta

È stata inaugurata lo scorso Luglio, ma la Biblioteca Sassetana Celestino Giorgerini “Il Maestro” aprirà i battenti oggi alle 17.00 in punto e sarà gestita dal Circolo Culturale di Sassetta, capitanato dal presidente Giuseppe Milianti, che ha già curato la catalogazione del patrimonio librario grazie ai suoi iscritti e all’aiuto di sassetani volontari.

La Biblioteca di Sassetta, certamente una delle più piccole al mondo per superficie, ma che annovera già un patrimonio librario di oltre 2000 volumi, è patrocinata dal Comune di Sassetta ed è stata promossa e istituita anche grazie al prezioso lavoro del Soroptimist Costa Etrusca, che ha fornito buona parte dei libri e sovvenzionato l’acquisto del materiale informatico e delle scaffalature.

Sassetta avrà per la prima volta nella storia una biblioteca

«Sulla base di un progetto del Soroptimist International d’Italia volto a favorire la frequentazione delle biblioteche, la nostra associazione, presieduta dall’avvocato Caterina Barzi, ha promosso la creazione della biblioteca di Sassetta con il sostegno dell’Amministrazione comunale» si legge nella nota del Soroptimist Costa Etrusca. «L’iniziativa è stata il frutto di un impegno durato un anno, che ha visto il coinvolgimento delle nostre socie, in particolare dell’architetto Lucia Fedi a cui va un ringraziamento speciale. Questo progetto ci riempie di soddisfazione e speriamo di aver contribuito così a offrire un ambiente socio-culturale alla collettività

La Biblioteca Sassetana per il momento sarà aperta ogni giovedì dalle 17 alle 19 ed effettuerà i servizi di prestito e consultazione.

La restituzione del  materiale librario potrà avvenire sia mediante riconsegna diretta in Biblioteca nei giorni di apertura, sia collocando i volumi nell’apposita scatola posta all’esterno dell’entrata. 

«Il Circolo Culturale Emilio Agostini di Sassetta si assume l’impegno della gestione della Biblioteca Sassetana con un misto di orgoglio, soddisfazione e ansietà» ha dichiarato il presidente del circolo Giuseppe Milianti. «Orgoglio e soddisfazione perché l’apertura di una Biblioteca è sicuramente un momento importantissimo per la collettivitàansietà (non certo preoccupazione, anzi!) perché questo progetto sarà impegnativo e protratto nel tempo, e ci rendiamo conto di quelle che saranno le difficoltà per garantire l’apertura della Biblioteca, l’accesso dei cittadini e la gestione dei libri di cui gli scaffali sono già ricolmi.Ma come è abitudine del Circolo, l’affronteremo con il massimo entusiasm. Abbiamo voluto intitolare la Biblioteca al concittadino Celestino Giorgerini, il “Maestro” di Sassetta, apprezzato da tutti i sassetani (e non solo), ricordato, oltre che per la sua esperienza di maestro elementare di intere generazioni di sassetani, anche per la sua attività di ricercatore e divulgatore della nostra storia, autore di articoli e di alcuni libri, e cofondatore del nostro CircoloOltre a questo» ha proseguito il presidente, «Voglio anticipare già da ora che estenderemo le iniziative anche oltre la gestione dei prestiti librari. Siamo già al lavoro per programmareincontri, riunioni, lezioni e quant’altro sarà possibile realizzare grazie alla nuova struttura, che offre un punto di incontro certo e al chiusoVoglio allora ringraziare il Soroptimist Costa Etrusca, che ci ha fornito le attrezzature necessarie a questo lavoro, e il Comune di Sassetta che ci ha concesso la sua fiducia, facendo così in modo che quella che era una nostra lontana ambizione diventasse finalmente realtà

Con le nuove normative anti-Covid, l’accesso alla Biblioteca sarà consentito a una persona per volta munita di mascherina. Inoltre, sarà necessario chiedere l’ausilio del personale addetto sia per il prestito librario che per la consultazione dei volumi. Per quanto riguarda la restituzione, invece, ogni volume riconsegnato sarà posto in quarantena prima di tornare nel circuito.

Il Comune di Sassetta, che è il patrono della Biblioteca Sassetana, resta in ogni caso il punto di riferimento fondamentale dei gestori. Quello della Biblioteca Sassetana è un progetto che è stato fortemente voluto dall’Amministrazione Scalzini.

«È con grande orgoglio che posso dire ai miei concittadini che da ora in poi avranno a disposizione un piccolo luogo di cultura al coperto. Luogo che fino a oggi è stato la piazza, perché ogni evento culturale di Sassetta si è sempre svolto fino all’aperto: i concerti, gli spettacoli, le rassegne d’arte, il teatro, il cinema e le stesse presentazioni di libri» ha dichiarato l’Assessore David Martelli, che ha lavorato molto al progetto, seguendolo dalla sua origine. «Invito tutti i sassetani a godere di questa preziosa opportunità frequentando la Biblioteca il più possibile. Ringrazio il presidente e i volontari del Circolo Culturale Emilio Agostini, che gestiranno la nostra piccola biblioteca con grande professionalità e competenza, e il Soroptimist Costa Etrusca che ci ha aiutato nella realizzazione di questo piccolo grande sogno, che ha un valore immenso per la nostra comunità

La Biblioteca Sassetana si trova in Piazza del Plebiscito 27, in un piccolo locale al primo piano accessibile dalla salita che inizia nei pressi del bar della piazza in direzione via del Poggio.

Per ulteriori informazioni, in attesa dell’allaccio dei riferimenti diretti, si può contattare l’Ufficio Cultura del Comune di Sassetta, ref. Irene Vanni: tel 0565 794223 – i.vanni@comune.sassetta.li.it.

Skip to content