« Torna indietro

Pubblicato il 28 Dicembre, 2021

E’ un’idea che viene da lontano, la proponemmo già nel 2014 contestualmente a un’analoga del M5S, queste furono accorpate ed emendate con l’accettazione del Consiglio, salvo poi non darvi seguito.

Il Comune di Piombino è possessore di molte aree destinate dagli strumenti urbanistici a verde attrezzato e altro, ma tuttora non utilizzate a tali scopi, e, di fatto, abbandonate al degrado e all’uso improprio da parte di soggetti senza titolo. Per mitigare il degrado paesaggistico e in alcuni casi ambientale, si pone quindi la necessità di dare soluzioni d’uso a detti terreniattraverso iniziative come quelle degli orti urbani, già promosse in ogni parte d’Italia con risultati positivi sotto il profilo sociale.

La predisposizione di dette aree per l’assegnazione di piccoli lotti, per la conduzione di orti a carattere familiare a soggetti aventi titolo, come da specifico regolamento da redigere allo scopo, concorrerà a dare un aiuto concreto in un momento di così grave difficoltà alle famiglie più disagiate. Attraverso l’ordine del giorno depositato si chiede al sindaco e alla giunta di individuare quali potenziali terreni di proprietà comunale potranno essere adibiti a tale scopo, e successivamente a redigere una sorta di lottizzazione degli stessi, con viabilità di accesso e quant’altro necessiti all’uso sociale delle aree comuni, e dei singoli orti; a redigere inoltre un regolamento specifico dove definire gli usi consentiti, il carattere familiare con esclusione di qualsiasi scopo di lucro e, principalmente, i titoli di accesso ai bandi di assegnazione, che dovranno gratificare in primo luogo soggetti disoccupati e pensionati titolari di bassi redditi.

La concessione non potrà essere superiore a cinque anni, rinnovabile con formalità istruttoria.

I nuclei di orti urbani individuati sul territorio, potranno rappresentare un punto di riferimento per progetti didattici e sociali che potrebbero contemplare anche la cura di giardini e aiuole della città.

Monica Bartolini Consigliere di Ascolta Piombino