« Torna indietro

Barbara Zampelli candidato sindaco a Poggio Picenze

Barbara Zampelli candidato sindaco a Poggio Picenze

Poggio Picenze: Barbara Zampelli candidato sindaco con “Il Paese che Rivogliamo”. Dottore commercialista e revisore contabile, ha un’esperienza amministrativa consolidata attraverso la professione. E’ inoltre presidente di un’organismo di valutazione presso Ente Pubblico di Pescara. Ha 43 anni ed è cresciuta a Poggio Picenze. Il forte legame con il paese e la voglia di contribuire alla rinascita e al rilancio dello stesso sono le principali motivazioni della sua discesa in campo, per le comunali del 20 e 21 settembre. Fanno parte della lista i seguenti candidati al Consiglio comunale: Cesare Biordi, Diletta Ranieri, Giuseppe Laghezza Masci, Enzo Ferrari, Maria Luisa Miconi, Patrizia Taddei, Donatello Ricci, Riccardo
Paris, Liliana Curtacci e Antonella Chelli.

Ma quali sono i programmi? Sarà istituito un Ufficio del Sindaco, aperto tutti i giorni al ricevimento del pubblico, che garantirà disponibilità e attenzione nei confronti di tutti i cittadini. Il sindaco garantirà e assicurerà l’azione di coordinamento della giunta e dei consiglieri, che, in virtù della delega, avranno il compito di rapportarsi con i rappresentanti di quartiere e con gli uffici. Assicurerà, attraverso l’Ufficio del Sindaco, nella massima trasparenza il contatto diretto dell’amministrazione con tutti, assessori e consiglieri. Tutti i componenti della maggioranza saranno responsabili dell’efficienza e dei risultati del settore cui saranno preposti. Ogni delega seguirà precise linee programmatiche condivise dal gruppo e le deleghe potranno essere accorpate secondo le competenze e le affinità individuali, in modo da evitare conflitti e sovrapposizioni. Infine, parliamo di scuola e sport. Queste le parole della candidata: “Ci impegneremo a realizzare tali servizi senza incidere sulla spesa delle famiglie residenti. In sintesi ci impegneremo ad assicurare un servizio scolastico adeguato ai tempi e un’assistenza alle famiglie nel corso di tutto l’anno scolastico. Importante è anche l’attenzione che sarà rivolta all’asilo nido ampliando i servizi secondo le esigenze dei genitori”. E ancora: “Si ritiene che la pratica dello sport abbia una forte funzione sociale e pertanto andrà intensificata la collaborazione con le scuole e con le associazioni allo scopo di educare le nuove generazioni. Sono inoltre previste sovvenzioni alle famiglie per gli abbonamenti ad attività sportive dei figli in strutture private e sviluppo di attività motorie stabili per gli anziani e disabili”.

x