« Torna indietro

panchina

“Una panchina per ricordare” alla Biblioteca Tifatina a Casola (CE)

Anche i ragazzi della Biblioteca Tifatina collocata a Casola di Caserta, avranno “Una Panchina Per Ricordare”. Ormai sono anni che la panchina rappresenta il luogo della memoria. Il ricordo di una sofferenza che deriva dalla violenza. La violenza, spesso di un uomo, e ancora più frequente, l’uomo della propria vita, contro una donna che si sente impaurita, impotente, sola.

La Biblioteca Tifatina

Ed ecco che domani anche a Casola di Caserta presso la Biblioteca Tifatina, luogo di incontro e di aggragazione per i più giovani dei Colli Tifatini, sarà inaugurata la panchina che servià da monito e da strumento per instillare nelle giovani menti il biasimo alla violenza. L’appuntamento è alle 17 a via Corradello D’Aquino, nei pressi della scuola elementare.

“Un evento importante per questo luogo di incontro e aggregazione – spiega Angela Olino, responsabile della Biblioteca Tifatina – Un luogo che è la loro casa. Ed è per questo che investire su di loro significa ipotecare al meglio il futuro di tutti. Perché dalla violenza si può guarire partendo proprio da questa sensibilizzazione”.

biblioteca tifatina

Credere che le nuove generazioni possano finalmente tendere una mano per dire “Basta” ai soprusi, alle minacce, alle persecuzioni,ed edificare il rispetto ,la tolleranza, l’accoglienza,per sentirsi finalmente utili all’intera umanità, non è solo possibile ma è addirittura una realtà tangibile.

“Con noi tanti amici che parteciperanno all’inaugurazione che avverrà nel cortile adiacente alla nostra Biblioteca, – spiega Olino – poi solo con i ragazzi e gli ospiti che interverranno ci sistemeremo all’interno per un breve dibattito”.

Parteciperanno all’inaugurazione Carlo Marino, sindaco di Caserta, l’assessore Domenico Maietta, Angela Olino, responsabile della Biblioteca Tifatina, l’avv. Raffaella Alois, l’avv. Francesca Della Ratta, Pina Farina, presidente associazione “Noi Voci di Donne”, l’avv. Antonella Saponara e la scrittrice Nadia Verdile.

Ovviamente considerando il periodo, saranno rispettate le normative anticovid.

x