« Torna indietro

Senza biglietto né passaporto si accoda agli altri passeggeri, sale in aereo, mangia e beve. Scoperto solo all’arrivo

Pubblicato il 12 Febbraio, 2024

Per anni un certo Rajan Mahbubani si è finto un pilota volando gratuitamente tra i cieli del mondo. Una storia che probabilmente ha ispirato un 46enne inglese, capace di compiere un’impresa incredibile quanto preoccupante.

L’uomo in questione è un certo Craig Sturt, 46enne disoccupato, che è riuscito nell’impresa di imbarcarsi per un volo da Londra a New York, senza avere né il biglietto né il passaporto.

I fatti si sono svolti nel periodo di Natale e il suo caso è al centro di una delicata indagine portata avanti dalle autorità britanniche per appurare le responsabilità. Solo al suo arrivo all’aeroporto JFK di New York, dove l’uomo non ha potuto esibire alcun documento, è stata scoperta l’incredibile vicenda.

A quel punto il 46enne è stato rispedito a Londra ed è anche accusato di aver ottenuto servizi tramite inganno, di essersi introdotto illegalmente in una zona di volo e di essere imbarcato su un aereo senza permesso.

I dettagli dell’assurda vicenda

A rendere la vicenda ancora più surreale è il fatto che i familiari, come riportato dal Sun, avevano anche denunciato la scomparsa dell’uomo, che non riuscivano più a contattare. Sturt era ricoverato in un ospedale ed è entrato nella lista delle persone scomparse.

Nonostante la denuncia Sturt si è aggirato liberamente nell’aeroporto londinese di Heathrow, riuscendo addirittura ad imbarcarsi per un aereo verso New York senza biglietto né passaporto.

Ma come ha fatto a eludere i controlli? Secondo la ricostruzione l’uomo ha bypassato il check-in, i controlli di sicurezza e i controlli passaporti al Terminal 5 dell’aeroporto semplicemente accodandosi a chi era davanti di lui, senza che nessuno se ne accorgesse o gli chiedesse i documenti.

Inoltre, una volta salito sull’aereo, ha trovato addirittura un posto libero e così per tutto il viaggio ha mangiato e bevuto a sbafo. Sulla carta l’aereo era pieno, ma alcuni viaggiatori avevano perso la coincidenza e quindi c’erano diversi posti liberi, così nessuno ha fatto caso a lui.

Arrivato negli Stati Uniti le autorità americane hanno sorpreso l’uomo senza documenti, così è stato immediatamente rispedito con un altro volo indietro nel Regno Unito, dove è stato arrestato il 25 dicembre. Sull’incredibile caso stanno indagando diverse agenzie di sicurezza per capire come abbia fatto il 46enne a superare i vari controlli senza che nessuno si accorgesse di lui.

About Post Author

Skip to content